HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
CENTRO SPORTIVO ITALIANO

La seconda serata formativa
per allenatori e dirigenti
Intervento del prof. Mauri
sulle competenze delle società

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

La seconda serata per dirigenti e allenatori del Csi (martedì 11 novembre) ha visto il felice ritorno a Cremona del prof. Roberto Mauri, psicologo del team formativo nazionale. Presente un centinaio di adulti impegnati nel tessuto concreto dello sport cremonese.  Dopo l'intervento dello scorso anno sulla persona e la sua centralità nella proposta sportiva Csi, Mauri ha centrato la riflessione sulle competenze strutturali della società sportiva, individuando un percorso in quattro passaggi. Il relatore ha espressamente dichiarato che i  passaggi non sono facoltativi, ma si richiamano e reclamano reciprocamente.

Il primo livello è l'organizzazione; il secondo è il progetto, che anche nel caso in cui non sia presente, di fatto è prestato dagli utenti, famiglie in testa. Il progetto poi è espressione di un livello superiore, che attiene alla visione delle cose, una sorta di livello «distintivo» che attinge alle ragioni antropologiche di fondo che muovono un impegno. anche la visione non fa la differenza, poiché è tipica di realtà non Csi. Esiste infatti un «valore aggiunto» che supera il visibile (la visione) e ha a che fare con l'invisibile, la profezia che racconta qualcosa che non c'è ancora. Questo è il livello di ambizione e fiducia che dovrebbe caratterizzare il respiro Csi: «desideriamo dire e vedere dello sport qualcosa che altri non vedono e non dicono». Sono le azioni profetiche, non meramente quelle caritative a caratterizzare l'ambiente sportivo ecclesiale.

«Sulla pertinenza dello schema proposto - ha continuato Mauri - serve un allenamento continuo». I problemi che appartengono ad un livello ben difficilmente si risolvono stando dentro quel livello: occorre passare a quello successivo. Ai quattro livelli si possono abbinare quattro azioni verbali differenti: si partecipa al primo, si condivide un progetto, ci si ispira ad una visione ed infine si testimonia una profezia. I ruoli e i compiti sono declinazioni di una progressione.

Dopo aver commentato ciascuno dei passaggi, Mauri ha concluso ringraziando per il desiderio di voler incarnare un tentativo che modifica il senso comune delle cose. Al contrario il problema più urgente da affrontare è la difficoltà di cambiare e superare gli steccati tra i livelli. Affascinante la conclusione: «Gli esseri umani hanno la capacita di vedere alcune cose, cogliendone altre. Questo è possibile anche nello sport che vogliamo portare avanti. Per favore, non nascondetevi!».

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte