HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
SAN VINCENZO DE' PAOLI

Eugenia Rozzi Bassignani
nuova presidente diocesana
Primo obiettivo metodi uniformi
per tutte le Conferenze

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

Passaggio di testimone in rosa per la Società S. Vincenzo de’ Paoli diocesana. Dopo tre mandati triennali, il massimo consentito per statuto, Angela Pluderi Carli ha lasciato il ruolo di presidente a Eugenia Rozzi Bassignani, di Castelverde, una vita nella S. Vincenzo: prima nella propria parrocchia poi a livello centrale, dove da diversi anni ricopriva il ruolo di vicepresidente. Tra i primi obiettivi quello di incontrare i volontari di tutte le conferenze sparse sul territorio diocesano e continuare il cammino intrapreso in questi anni con una maggiore uniformità per gli interventi sul territorio.

In foto Eugenia Rozzi Bassignani (a sinistra) con Angela Pluderi Carli

Il passaggio di consegne ufficiale è avvenuto lo scorso 22 novembre presso Cascina Moreni. Quello che è seguito alla votazioni è stato un vero e proprio momento di festa, alla presenza anche dei dirigenti regionali. Il cambio di presidenza, infatti, non è avvenuto nel segno del cambiamento, quanto piuttosto nella continuità, nella consapevolezza che tanto si è fatto in questi anni e molto ancora dovrà essere compiuto in un contesto sociale ancora fortemente segnato da fragilità e bisogni.

Per Eugenia Rozzi Bassignani forse non è stata una “promozione” del tutto inaspettata. «Mi sono trovata a dover dire di sì», ha commentato conscia che più che un onore la presidenza sarà un forte onere. A sollevarla un po’ la consapevolezza di poter contare ancora sull’ex presidentessa (oggi sua vice) e su tante persone competenti. «La partecipazione da sola non è sufficiente – ha precisato la neo presidentessa – servono le competenze. Per questo nell’ufficio di presidenza ho assegnato a ciascuno uno specifico compito».

A comporre il Direttivo accanto alla presidentessa ci sono Angela Pluderi Carli (vicepresidente), Luigi Frigoli (tesoriere), Mario Gaiardi (segretario) e i consiglieri Massimo Fertonani, Giampietro Nespoli e Anna Paloschi. Vi sono poi tre responsabili di settore (senza diritto di voto): Paolo Bignelli, Flavio Carli e Adriano Gorni.

Eugenia Rozzi è letteralmente cresciuta nella San Vicenzo: i genitori erano nelle Conferenze di Castelverde (allora divise tra maschili e femminili), poi il suo impegno personale, che presto l’ha portata a ricoprire in parrocchia il ruolo di presidente. Un impegno speso con generosità, conciliato prima con i tre figli e ora i nipoti. Da ormai diversi anni è stata chiamata a collaborare anche con la sede centrale, tanto da assumere il ruolo di vicepresidente diocesano.

«Ci credo molto in quello che facciamo – ha affermato la signora Eugenia –: il nostro non è solo un aiuto di tipo materiale. Fortunatamente ci sono tante persone che si mettono a disposizione, instaurando spesso anche un bel rapporto con quanti si rivolgono a noi».

A chiusura del proprio mandato, quasi decennale, la presidente uscente non vuole tracciare bilanci, conscia che il lavoro iniziato deve ancora continuare. Ci tiene però a precisare quanto questa esperienza l’abbia arricchita. I momenti difficili non sono certo mancati, ma «L’ho sempre fatto con passione – ha detto la signora Angela – a volte andando anche contro alla mia indole. E a essere sincera devo dire che l’ho fatto per me. Sì, perché il beneficio che ho ricevuto è stato il centuplo di quanto ho potuto dare. Oggi sono molto serena e anche contenta. Devo dire che con il passare del tempo sono anche riuscita a vincere alcune paure iniziali». Infine un “in bocca al lupo” a chi l’ha succeduta.

 

Prospettive e campi d’azione

Tra i primi impegni presi dalla nuova presidente c’è quello di visitare tutte le Conferenze sparse sul territorio diocesano. «È un panorama ampio e variegato, che va da Caravaggio e Cassano sino a Casalmaggiore. Inizierò dalla città per raggiungere progressivamente tutte le conferenze». Incontri che non saranno solo un momento di conoscenza reciproca, ma di vero e proprio indirizzo operativo. «Occorre avere gli stessi obiettivi e metodologie uniformi».

Tra le prossime scadenze in agenda l’apertura (prevista nei primi mesi del 2015) del nuovo centro di distribuzioni dei pacchi alimentari in un immobile di via San Francesco lasciato alla S. Vincenzo, dove sono stati ricavati anche i magazzini (già in funzione). Lo spazio per la distribuzione, dotato di una adeguata sala d’attesa, sarà garanzia di praticità operativa e giusta attenzione alla dignità di quanti accedono al servizio, garanzia di dovuta riservatezza, ma anche evitando le lunghe code al freddo e a volte anche sotto la pioggia. La distribuzione dei pacchi alimentari (attualmente ancora presso la sede di viale Trento e Trieste) avviene ogni venerdì pomeriggio. Circa 500 i pacchi consegnati ogni mese (solo a livello centrale, senza contate quanto viene distribuito dalle 29 conferenze sparse sul territorio diocesano) a italiani e stranieri, famiglie e pensionati in gravi difficoltà socio-economiche. In molti casi sono gli stessi Comuni che, attraverso gli assistenti sociali, chiedono la possibilità di supporto per alcuni casi.  Ogni situazione, comunque, passa attraverso il centro d’ascolto che valuta le reali necessità mettendosi in contatto con le parrocchie e le altre realtà del territorio.

Tra i servizi “caratteristici” della San Vincenzo ci sono le Cucine benefiche, attive da quasi un secolo (dal 1916 quando il vescovo Cazzani affidò ai vincenziani la mensa per le vedove e gli orfani di guerra). Sono circa una 40ina le persone che, italiane e straniere, quotidianamente usufruiscono dei pasti, per lo più gente in estrema povertà o senza fissa dimora. Domeniche e festività comprese, è garantito un primo, un secondo con contorno, frutta o dolce.

Sempre presso gli spazi di viale Trento e Trieste nelle mattinate di mercoledì e sabato è offerto il servizio docce. Nel 2013 in 800 hanno usufruito di questo servizio.

La San Vincenzo è in prima linea anche nel pagamento di utenze o affitti o per contribuire alle spese scolastiche dei figli. Anche in questo caso molti extracomunitari, ma anche tanti italiani, soprattutto persone di media età che hanno perso il lavoro o subito una forte riduzione delle stipendio.

In ambito di sostegno scolastico la S. Vincenzo da ormai alcuni anni ha attivato due doposcuola: rivolti a ragazzi con particolari situazioni di bisogno, si svolgono in due oratori di Cremona, a Cristo Re e S. Pietro al Po.

Tra le ultime iniziative attivate c’è il laboratorio attivato presso la Casa circondariale di Cremona dove ai detenuti è stato affidato un appezzamento di terra da coltivare: accanto all’area comune, vi sono strisce di terreno di circa 70 metri quadri affidate in modo esclusivo.

Tanti fronti di lavoro che richiedono tempo, impegno e competenze. Molti volontari, ma anche parecchi benefattori che, spesso nell’anonimato, garantiscano che la San Vincenzo possa continuare la sua missione rispondendo sempre al meglio alle esigenze dei tempi.

La Società S. Vincenzo de’ Paoli di Cremona può essere sostenuta attraverso il 5xMille (C.F. 80012480192) o con donazioni direttamente presso la sede di viale Trento e Trieste o sul conto corrente aperto presso il Banco di Brescia: iban IT 71J 03500 11405 000000000 864.

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte