HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
25 DICEMBRE

Il Vescovo Dante in Cattedrale
nella Santa Messa della notte:
«I poveri e gli stranieri
sono il segno del Natale»

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

I poveri e gli stranieri sono segni del Natale che ancora oggi interpellano l’uomo, proprio come accadde duemila anni fa a Betlemme. È quanto affermato dal vescovo Dante nell’omelia della Notte di Natale in Cattedrale. Guardando alla scena della Natività, mons. Lafranconi ha anche rivolto l’attenzione ai pastori che ricevettero l’annuncio dell’angelo, riflettendo su come – oggi come allora – viene accolto il mistero del Dio che si fa uomo.

Omelia di mons. Dante Lafranconi (mp3)

Photogallery della celebrazione

 

È sulle note del celebre canto natalizio “Astro del ciel”, armonizzato da don Caifa, che allo scoccare della mezzanotte ha avuto inizio nella Cattedrale di Cremona il solenne pontificale della Notte di Natale presieduto dal vescovo Lafranconi.

La processione d’ingresso, partita dalla sagrestia capitolare, ha come consuetudine fatto sosta nella navata centrale per permettere al Vescovo di recarsi davanti al presepio. Mons. Lafranconi ha incensato la statua del Bambinello, rimanendo poi alcuni istanti in preghiera.

Ad accompagnare con il canto la liturgia è stato il Coro della Cattedrale di Cremona, diretto dal maestro don Graziano Ghisolfi. L’accompagnamento al Mascioni è stato a cura dall’organista titolare del Duomo, il maestro Fausto Caporali.

Accanto al Vescovo il parroco della Cattedrale, mons. Alberto Franzini, i superiori del Seminario e alcuni membri del Capitolo della Cattedrale con il presidente mons. Giuseppe Perotti.

Il servizio liturgico è stato offerto dai seminaristi diocesani. Tra loro anche il diacono che a giugno sarà ordinato sacerdote, don Alessandro Bertoni, che ha proclamato il Vangelo della Natività.

Proprio il brano dell’evangelista Luca (2,1-14) con l’annuncio della nascita del Salvatore da parte dell’angelo è stato al centro dell’omelia del Vescovo. «Troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia», questo il segno del Natale annunciato dall’angelo ai pastori. Così l’attenzione del Vescovo, inevitabilmente, è andata a Gesù Bambino. Ma per conoscere la vera identità di questo «segno» non basta volgere lo sguardo alla mangiatoia. Mons. Lafranconi ha sottolineato come la vera conoscenza di questo Bambino possa esserci solo tenendo presente tutta la sua vita, scandita da altri due momenti essenziali per comprenderne la divinità: la morte in croce e la risurrezione.

Un Dio che incarnandosi decide di farsi uomo nella povertà e come forestiero, durante il viaggio intrapreso dalla propria famiglia per il censimento decretato da Cesare Augusto. «Ogni povero e ogni forestiero – ha quindi affermato il Vescovo – sono segni che ci interpellano». E il riferimento all’attualità è stato più che scontato.

La riflessione del Vescovo si è quindi focalizzata sulla figura dei pastori. A loro è stato rivolto l’annuncio dell’angelo: ma come vi hanno risposto? Per mons. Lafranconi è questo il secondo elemento che in questo Natale deve interpellare: oggi come allora come è accolto il segno? Se i pastori hanno dimostrato un atteggiamento disponibile ad accogliere l’annuncio è altrettanto così nella società di oggi? La domanda è stata rivolta a tutti i presenti, con il Vescovo che ha messo in guardia da quelli atteggiamenti di superficialità che non permettono di accogliere il Dio Salvatore.

L’invito è stato quindi a guardare al segno annunciato dall’angelo e comprenderlo fino in fondo, insieme al suo progetto di salvezza.

E proprio guardando al segno del Natale, nato povero e forestiero, come da antica tradizione le offerte raccolte durante la celebrazione sono state devolute alle Cucine Benefiche gestite dalla San Vincenzo diocesana.

 

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte