HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
1° GENNAIO

Il Vescovo in Cattedrale:
«Dalla globalizzazione dell'indifferenza
a quella della solidarietà»

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

Passare dalla globalizzazione dell’indifferenza a quella della solidarietà, con una fratellanza che riesca a superare le molte forme di schiavitù ancora in atto nel mondo. Questo il messaggio lanciato nel pomeriggio di giovedì 1° gennaio dal vescovo Dante in Cattedrale durante la Messa della solennità di Maria Madre di Dio. Molti i richiami al messaggio di Papa Francesco per la 48esima Giornata mondiale della pace, dal titolo “Non più schiavi, ma fratelli”.

Omelia del vescovo Lafranconi (mp3)

Photogallery

 

Il mistero dell’incarnazione di Cristo è stata ancora una volta al centro della liturgia e dell'attenzione del Vescovo nella Messa presieduta nel pomeriggio del 1° gennaio, alle 18, nella Cattedrale di Cremona. Ma se nei giorni di Natale questo mistero era stato guardato «mettendoci per così dire dalla parte di Dio – ha detto il Vescovo iniziando l’omelia – oggi lo guardiamo partendo da noi».

Il pensiero del Vescovo è andato anzitutto a Maria «la madre, tra tutte le creature colei che nel disegno di Dio è stata scelta perché si compisse il mistero dell’Incarnazione. In un certo senso Maria riassume in sé la figura di tutta l’umanità in attesa del Salvatore».

Riflettendo quindi sulla «fraternità radicata nella grazia di essere tutti figli di Dio», il Vescovo ha proposto diversi passaggi del messaggio di Papa Francesco per l’odierna Giornata mondiale della pace, nel quale denuncia come intollerabile ogni forma di schiavitù. Schiavitù data da rapporti umani non segnati da rapporti di fraternità, ma dalla predominanza di alcuni sugli altri.

Ripercorrendo il messaggio del Santo Padre, mons. Lafranconi ha dato un nome alle tante schiavitù di oggi: dalle vittime della prostituzione alla tratta delle persone con il turismo sessuale, dal lavoro forzato alle mutilazioni per la vendita degli organi, dal consumo di droga al lavoro dei bambini. Un flagello che continua a essere presente malgrado i grandi sforzi compiuti.

Richiamando l’essenziale impegno delle istituzioni governative e non per iniziative coordinate, mons. Lafranconi ha anche richiamato la necessità di un impegno di tipo personale. «Ciascuno di noi – ha detto il Vescovo – non può non sentirsi interpellato!»

E richiamando ancora il messaggio del Papa e la vicenda di Caino e Abele, il Vescovo ha invitato con forza a uscire dall'indifferenza, passando dalla «globalizzazione dell'indifferenza alla globalizzazione della solidarietà».

Il Vescovo ha quindi voluto riportare due esempi concreti che esprimono l’impegno organizzato per superare la schiavitù degli uomini. Il primo richiamo è stato all’incontro del 2 dicembre in Vaticano tra Papa Francesco e i leader delle varie fedi con la firma di un documento di comune impegno per sradicare entro il 2020 le schiavitù moderne. Altro elemento concreto l’impegno – non nuovo – da parte dei religiosi (in occasione dell’Anno della Vita consacrata) per sostenere e liberare le donne schiave delle prostituzione.

«Non lasciamo solo agli altri il compito di fare», ha quindi sottolineato il Vescovo. «Partendo dall’interrogarci “chi è per me mio fratello?” – ha concluso il Vescovo – nasca dentro di noi l’impegno per una sensibilizzazione a non ridurre solo a parole il senso della dignità umana, ma a muoverci con attenzioni, iniziative concrete e disponibilità di cuore per considerare davvero ogni altra persona come nostro fratello».

La Messa, animata dal coro della Cattedrale diretto da don Graziano Ghisolfi e accompagnato all’organo Mascioni dal maestro Fausto Caporali, è stata concelebrata da alcuni dei canonici del Capitolo della Cattedrale. Hanno prestato servizio all’altare i diaconi Cesare Galantini ed Eliseo Galli. Presenti i ministranti adulti della parrocchia di Casalbuttano.

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte