HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
CREMONA - 6 GENNAIO

Secondi Vespri dell'Epifania
nella chiesa di S. Sigismondo
Riflessione del Vescovo
sull'importanza dei religiosi

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

Secondi Vespri dell’Epifania come tradizione presieduti dal vescovo Dante nella chiesa monastica di S. Sigismondo, a Cremona. Mons. Lafranconi, prendendo spunto dalla coincidenza tra il settimo anniversario della posa della clausura papale sul complesso domenicano di largo Bianca Maria Visconti e l’Anno della Vita Consacrata indetto da Papa Francesco, ha riflettuto sulla preziosità dei consacrati, guardando in particolare al loro impegno spirituale e di testimonianza. E citando Papa Francesco ha anche sottolineato l’importante opera per il riscatto della dignità delle persone schiavizzate dalla tratta.

Omelia del Vescovo (mp3)        Photogallery

Intervista alla madre priora

 

Prima il canto dei Secondi Vespri della solennità dell’Epifania, poi l’esposizione del Santissimo e l’adorazione Eucaristica. Ad aiutare la meditazione un passo della Lumen Gentium, al numero 46, relativo alla grandezza della consacrazione religiosa.

Lo spunto per la riflessione del Vescovo quest’anno non è arrivato solo dall’anniversario (il settimo) della posa della clausura papale sul monastero domenicano di S. Giuseppe, presso S. Sigismondo, ma anche dall’Anno della Vita Consacrata iniziato lo scorso 30 novembre. In particolare mons. Lafranconi, guardando alla Costituzione dogmatica Lumen gentium sulla Chiesa, che nel sesto capitolo tratta proprio dei religiosi, ha evidenziato tre aspetti.

Anzitutto il fatto che siano chiamati a rendere presente Cristo. «Missione che è di tutta la Chiesa – ha ricordato il Vescovo – ma i religiosi devono fare in modo che essa presenti Cristo al meglio». Questo affascinando con la figura di Cristo, perché – ha ricordato il Presule citando Papa Francesco – la missionarietà della Chiesa non deve tradursi in proselitismo, ma avvenire «per attrazione».

Testimonianza che i consacrati attuano nella varietà e molteplicità dei carismi. «Nessuno – ha affermato il Vescovo – può presentare Cristo in maniera completa: ognuno mette in evidenza un aspetto». Da qui la necessità di «riconoscersi complementari» per presentare Gesù nella propria completezza. «Complementarietà» e «comunione» il binomio sottolineato quindi da mons. Lafranconi, che ha proseguito: «Io scelgo di presentare il Signore in una certa forma, ma apprezzo, condivido e stimo anche le altre forme».

E proprio sottolineando la necessità che i religiosi siano «uomini e donne di comunione» il Vescovo ha richiamato il messaggio di Papa Francesco per l’inizio dell’Anno della Vita consacrata. Una comunione che deve essere vissuta prima di tutto all’interno di ogni comunità ed estesa quindi anche all’esterno. Proprio come avviene – ha precisato il Presule – per le membra del corpo. Proprio questa comunione secondo mons. Lafranconi può essere elemento affascinante nella presentazione della figura di Cristo.

La seconda riflessione del Vescovo è stata in merito alla professione dei Consigli evangelici: non una mortificazione delle istanze umane, ma un contributo per la purificazione del cuore ed essere spiritualmente liberi, in cui proprio la dimensione umana ha la possibilità di esprimersi in maniera autentica. In questo contesto mons. Lafranconi ha ricordato l’appuntamento del prossimo novembre a Firenze, il «convegno sull'umanesimo cristiano»: perché «quello che Gesù Cristo propone – ha ribadito il Presule – non mortifica uomo, ma lo valorizza, perché valorizza la sua dignità di figlio di Dio».

Il terzo aspetto è servito al Vescovo per affermare che «i religiosi, con la loro consacrazione, non sono estranei agli uomini; non sono inutili nella città terrena, ma collaborano spiritualmente perché la sua edificazione sia sempre radicata nel Signore». Mons. Lafranconi ha voluto quindi ricordare la presenza della Vita consacrata in uno dei momenti nevralgici della vita sociale, richiamato anche da Papa Francesco nel messaggio per la Giornata mondiale della pace del 1° gennaio scorso: l’impegno per il riscatto della dignità delle persone schiavizzate dalla tratta. «Allora credo che nel vostro cuore, care monache, – ha detto il Vescovo – ci stia bene l’accompagnamento di questo compito assunto sempre più ampiamente da tante congregazioni religiose. La vostra preghiera, la vostra testimonianza è di sostegno alla sorelle che lavorano in questi campi ed è di speranza per tutte quelle donne che possono ritrovare, anche grazie alla testimonianza della vita religiosa, la libertà dello spirito e anche del corpo».

Infine un augurio, riprendendo quanto scritto dalla comunità domenicana nei biglietti natalizi: «Le monache rivivono e continuano nella Chiesa la presenza e l'opera di Maria. Accogliendo nella fede e nel silenzio adorante il Verbo, si pongono al servizio del mistero dell'Incarnazione, e unite a Gesù Cristo nella sua oblazione al Padre, divengono collaboratrici del mistero della Redenzione» (Verbi Sponsa). «Noi vi auguriamo – ha concluso mons. Lafranconi – che queste parole intessino tutti i momenti della vostra vita e diventino anche la bellezza e il gusto della testimonianza che potete dare, non solo a chi vi accosta personalmente, ma come fermento di libertà e di vita spirituale per tutta la società».

Dopo la benedizione eucaristica impartita dal Vescovo, la celebrazione si è conclusa con la commemorazione del fondatore dell’Ordine dei frati predicatori, san Domenico di Guzman.

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte