HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
19 GENNAIO - VILLA PASQUALI

Le esequie di don Riccardi
nella chiesa del Bibiena:
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Schietto, cordiale e ironico»

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

L'hanno portato a spalla fino al cimitero, come si faceva una volta, quasi per prolungare il momento del distacco, ultimo e definitivo. In questo modo la comunità di Villa Pasquali ha voluto salutare don Pietro Riccardi, l'antico parroco divenuto collaboratore parrocchiale dopo la nascita dell'unità pastorale, al termine del rito esequiale presieduto dal vescovo Lafranconi. Deceduto improvvisamente nella sua casa nella notte tra il 16 e il 17 gennaio, l'anziano sacerdote è stato salutato cristianamente nella chiesa del Bibiena nel pomeriggio di lunedì 19 gennaio. Oltre al presule hanno concelebrato il parroco don Samuela Riva, il vicario don Davide Schiavon, il vicario zonale don Luigi Pisani e il vicario generale mons. Mario Marchesi oltre ad una quindici di altri sacerdoti. La corale «Pane di vita nuova» diretta e accompagnata da Enrico Rossi ha impreziosità la liturgia alla quale hanno partecipato molti fedeli. In prima fila il sindaco di Sabbioneta Aldo Vincenzi e il suo vice Luigi Barili. Presente anche la superiora generale delle Figlie di Maria Missionarie suor Fiorenza Amato.

Ascolta l'omelia di mons. Lafranconi

Photogallery della celebrazione

Nell'omelia mons. Lafranconi ha tratteggiato la figura di questo presbitero attingendo alle molte lettere che questi scrisse ai vescovi che si sono succeduti nei suoi 62 anni di sacerdozio.

Da quelle missive emerge una persona schietta e cordiale, di ottima cultura, capace di ironia e anche di autoironia segno di una profonda sapienza interiore. Tre le caratteristiche principali evidenziate. Anzitutto una spiritualità sacerdotale concreta per nulla teorica, una spiritualità «quotidiana, fatta di fedeltà agli impegni sacerdotali e quindi di fedeltà a Dio». In una lettera scritta al vescovo Dante prima di iniziare un corso di esercizio spirituali nel 60° del suo sacerdozio don Pietro richiamava fortemente il valore dell'ascolto: «Esso - ha chiosato il presule - è ciò che garantisce la fedeltà alle richieste del Signore».

Un secondo aspetto è il suo profondo attaccamento all'Eucaristia: «Egli - ha continuato il celebrante - nel momento in cui si prospettava il trasferimento delle suore mi domandava se avrebbe potuto celebrare la Messa da solo. Io gli risposi che la solitudine visibile sarebbe stata colmata dalla moltitudine invisibile dei santi». E a partire proprio da questa profonda sensibilità di don Pietro il Vescovo ha invitato i fedeli di Villa Pasquali di essere più assidui alla Messa feriale.

Infine mons. Lafranconi ha rimarcato la buona predisposizione che don Pietro maturò nel diventare collaboratore parrocchiale della neonata unità pastorale che oltre a Villa Pasquali comprende Sabbioneta, Ponteterra e Breda Cisoni. «Dopo un breve momento di timore egli si adeguò volentieri alla nuova situazione capendo che questo era per il bene suo e della sua comunità».

Don Riccardi è stato dunque un prete profondamente appassionato del suo ministero e sempre preoccupato di utilizzare il tempo in maniera proficua: «Adoperava ogni occasione per annunciare il Vangelo, anche ai tanti turisti che soprattutto nei giorni festivi affollava questa chiesa così ricca dal punto di vista storico e artistico».

Al termine del rito, servito da un preciso e numeroso gruppo di ministranti, la bara è stata portata a spalle da alcune fedeli sul sagrato dove il Vescovo, attorniato dai sacerdoti, ha dato la benedizione. Quindi si è formato il corteo guidato dal parroco don Samuele Riva. Anche in questo tragitto, scandito dalla recita del Rosario, i fedeli di Villa Pasquali hanno voluto portare il loro don Pietro a spalla. Come si faceva una volta.

 

Biografia di don Riccardi

Da più di 30 anni don Riccardi viveva a Villa Pasquali. A nominarlo parroco, nel 1981, era stato il vescovo Tagliaferri, che lo aveva trasferito da Agoiolo, frazione di Casalmaggiore, suo paese natale. Classe 1926 era stato ordinato sacerdote il 3 giugno 1950: una classe di 16 preti, di cui oggi solo cinque ancora in vita. La sua prima Messa l’ha celebrata nel Duomo di S. Stefano.
Il suo primo incarico pastorale era stato a Corte de’ Frati, come vicario. Dopo un paio di anni il trasferimento a Sabbioneta, dove rimase sino al 1957, quando fu promosso parroco e destinato alla parrocchia di S. Felice, alle porte di Cremona. Nel 1961 il trasferimento ad Agoiolo e poi, nel 1981, a Villa Pasquali. Nella frazione di Sabbioneta don Riccardi fu parroco per 27 anni, fino al 2008, quando gli succedette don Massimo Morselli, cui furono affidate le parrocchie di Sabbioneta, Villa Pasquali, Ponteterra e Breda Cisoni. Da allora, comunque, don Riccardi era rimasto a Villa Pasquali in qualità di collaboratore parrocchiale.
«Aveva un carattere molto cordiale – ricorda don Samuele Riva, da poco più di due anni parroco di Villa Pasquali, Sabbioneta, Ponteterra e Breda Cisoni – ed era sempre disponibile per ogni collaborazione. Al mio arrivo mi aveva accolto con tanta fraternità. Era in paese da oltre 30 anni, perciò era molto conosciuto e stimato, anche a motivo del suo carattere molto cordiale. Era considerato una sorta di nonno del paese, per questo sono tutti molto dispiaciuti. Appena si è sparsa la notizia della morte davvero in tanti hanno chiamato per informarsi o sono venuti di persona».
Don Riccardi è morto tra il 16 e il 17 gennaio. «Probabilmente il decesso è stato questa mattina – continua don Riva –. Lo si può presumere dal fatto che l’abbiamo trovato con la radio accesa: lui tutte le mattina quando si alzava ascoltava Radio Maria. Nessuno se lo poteva immaginare, anche se da qualche giorno non si sentiva molto bene. Ma sembrava essere una indisposizione stagionale, niente di più».
 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte