HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
SCUOLA

Tempo di iscrizioni:
di religione si deve parlare
e la si deve insegnare

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

All’interno del dibattito pubblico sulla “Buona scuola” indetto dal governo, anche l’Insegnamento della Religione Cattolica (IRC) è stato uno dei temi particolarmente sentito: sia da chi lo sostiene sia da chi lo vorrebbe eliminare. Si impongono pertanto, in questo periodo di iscrizioni scolastiche, dove nel rispetto della libertà di coscienza la famiglia o lo studente sono chiamati ad esprimere la scelta in merito all’IRC, alcune sottolineature.

Occorre anzitutto ribadire che:

  • l’IRC non è una forma di catechesi esercitata a scuola, ma una proposta culturale “nel quadro delle finalità della scuola”;
  • l’IRC va sganciato dalla superficiale opzione di volere fare un’ora in meno a scuola;
  • l’IRC ha il suo valore di promozione della conoscenza e di sviluppo della dimensione spirituale e religiosa dell’alunno.

Materiale informativo e orientativo in merito è disponibile sul sito dell'Ufficio scuola diocesano.

A sostegno di questa importante scelta di coscienza e di responsabilità di famiglie e studenti, l’Ufficio diocesano per l’IRC offre un contributo alla riflessione.

Il messaggio della Presidenza CEI

 

Il valore dell’IRC in una scuola che cambia

All’interno del dibattito pubblico sulla “Buona scuola” indetto dal governo, anche l’insegnamento della religione cattolica (IRC) è stato uno dei temi particolarmente sentito: sia da chi lo sostiene sia da chi lo vorrebbe eliminare. Di conseguenza pare utile suggerire qualche orientamento sui modi in cui l’IRC possa essere ripensato e riproposto dentro il clima scolastico attuale, senza cambiarne la conformazione concordataria.

Un primo aspetto per pensare il valore dell’IRC nella scuola di oggi è rapportarlo alla catechesi. L’IRC è una forma di catechesi esercitata a scuola, come molti pensano? La risposta è negativa. Infatti, la nuova “Intesa” fra lo Stato e la Chiesa cattolica (siglata nel DPR 175/2012) ribadisce che l’IRC “E’ impartito nel rispetto della libertà di coscienza degli alunni, secondo indicazioni didattiche che devono essere conformi alla dottrina della Chiesa e collocarsi nel quadro delle finalità della scuola”. Questo, molto semplicemente, segnala il fatto che l’IRC va impartito in maniera non confessionale, in modo da presentare i contenuti della materia in modo scolastico, non catechetico. In questo senso frequentare l’IRC potrebbe essere utile come formazione culturale anche a chi, pur non essendo cattolico, vuole comprendere la società e la cultura in cui vive. Inoltre, interpretato in questo modo, l’IRC non contrasta affatto con l’idea della tolleranza religiosa o della laicità dello Stato e anzi potrebbe diventare un laboratorio di tolleranza e di promozione della laicità secondo i valori propri della cittadinanza repubblicana.

Un secondo aspetto per ripensare l’IRC è quello di fare in modo che non venga etichettato come un’ora in meno da fare a scuola. Anche se la legge permette di non avvalersi dell’IRC uscendo da scuola, la comunità cristiana non può accettare come educativa l’idea che imparare qualcosa in più e fare nulla di scolastico abbia lo stesso valore. In questo senso, soprattutto come genitori che vivono il mondo della scuola, potremmo non solo promuovere la partecipazione all’IRC, ma impegnarci anche a sostenere le altre tre opzioni possibili ed alternative all’IRC: lo studio assistito, lo studio non assistito e l’ora di attività alternativa all’IRC. Questo, forse, potrebbe educare molti studenti a modificare l’immagine che si fanno, su spinta della comodità, dell’IRC come un’ora superflua o inutile alla loro formazione scolastica.

Un terzo aspetto per ripensare l’IRC può essere collegato al suo valore di promozione dell’intelligenza in materia di spiritualità. L’IRC, infatti, può concorre anche alla formazione religiosa degli alunni, ma alla maniera che è propria della scuola. A scuola ogni materia può formare religiosamente un alunno che sia disponibile in tal senso. Ogni volta che qualsiasi docente insegna ai suoi alunni ad utilizzar intelligenza e ragione per comprendere le meraviglie del creato, in un qualche modo li aiuta a formarsi anche religiosamente e cristianamente. La fede cristiana, infatti, non va a nozze con l’essere creduloni, ma con la meraviglia davanti al modo in cui Dio ha fatto l’universo. Per cui l’IRC può promuovere la formazione spirituale dei ragazzi non tanto perché l’insegnante propone di pregare in aula o di fare messa a scuola. Piuttosto, attraverso l’attività di studio della dottrina cattolica secondo le indicazioni didattiche con cui va impartito nei diversi ordini e gradi di scuola, l’IRC sviluppa l’intelligenza degli studenti in ambito religioso, promuovendo l’accoglienza e la tolleranza verso alunni di altre culture e religioni. In questo, l’IRC si inserisce, in comunione con tutte le altre discipline e senza diventare motivo di conflitti o contrasti sulle pratiche di vita religiosa, in una scuola che forma il religioso dell’umano sviluppando l’intelligenza e il suo esercizio critico.

Questi sono solo alcuni dei modi con cui si può cogliere qualche occasione per ripensare il valore scolastico dell’IRC oggi. La speranza è che le comunità cristiane siano pronte, in nome della fede del Signore di ogni uomo e donna, a promuovere accettazione della diversità, l’entusiasmo dell’imparare e la spiritualità dello studio.

Ufficio diocesano per l’IRC

  


 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte