HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
LIBRO CURATO DA DON BIGNAMI

"L'uomo vale perché lavora"
La centralità dell'uomo
nel mondo del lavoro
letta da don Mazzolari

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

L’uomo e il lavoro al centro delle riflessione nel pomeriggio di venerdì 13 febbraio al Centro pastorale diocesano di Cremona. L’occasione è stata lo scritto “Don Primo Mazzolari. L’uomo vale perché lavora” di don Bruno Bignami, raffinato teologo morale e presidente della Fondazione Don Primo Mazzolari di Bozzolo. L’incontro - come ha sottolineato in apertura Sante Mussetola, responsabile dell’Ufficio diocesano per la Pastorale sociale e del lavoro - è stato solo il primo appuntamento di un più ampio percorso.

Introduzione di Mussetola (mp3)        Relazione di don Bignami (mp3)

«Tutto il ministero pastorale di Don Primo – esordisce l’autore – è intriso di lavoro». Fin dai primi incarichi degli anni Venti quando nella povera Cicognara (nota ai più con l’appellativo di “paese degli scopai” per la tipica produzione locale di allora) entra in contatto con le situazioni di grande crisi e disagio economico di molti parrocchiani. Poi il ritorno a Bozzolo negli anni Trenta con il dramma della disoccupazione e dello sfruttamento del lavoro, tanto che, all’epoca, statistiche alla mano, una famiglia su tre era aiutata dalla parrocchia. «La sua preoccupazione era la gente che non riusciva a sopravvivere – prosegue don Bruno Bignami – e Mazzolari si prodigò incessantemente affinché a Bozzolo arrivassero nuove e durature occasioni di lavoro».

L’attualità del pensiero mazzolariano è disarmante, e l’assonanza con alcuni “grandi” del secolo scorso ne rafforza il messaggio. Usando le parole di Dossetti si potrebbe dire che «mettere le persone in condizioni di esprimersi all’interno del lavoro è il primo passo per permettere loro di accedere ai diritti dell’uomo».

Redistribuzione e produzione rientrano, insieme, a pieno titolo nella riflessione del “Parroco d’Italia”, poiché è attraverso il lavoro che si produce la ricchezza. Il lavoro è fatica, impegno, passione: l’uomo che vi si dedica immediatamente ne sperimenta il grande significato etico. È il costruire relazioni all’interno di una società e di un mondo in cui la vera sfida è la formazione delle persone.

Ed è proprio sulla formazione delle coscienze che si sofferma l’analisi del sacerdote cremonese: «Come Chiesa dobbiamo farci carico del mondo del lavoro». E ancora: «Ci siamo accorti del mondo operaio quando l’abbiamo perduto; tante sono le strade per parlare ai cattolici, non solo le culture socialiste e comuniste possono arrivare ai lavoratori».

Sembra di sentire Papa Francesco quando nell’Evangelii Gaudium afferma che il disoccupato non è il viaggiatore che sale sul vagone di terza classe, ma è colui che è lasciato a piedi, colui al quale non è permesso salire sul treno della società.

Non vi sono ricette, ma le difficoltà attuali pongono degli interrogativi, specialmente a quella comunità cristiana che non si indigna più per quelle azioni contro la dignità dell’uomo: disoccupazione, sfruttamento, finta concorrenza, corruzione.

Infine, davvero densa di significante è stata l’esegesi sul “falegname”, figura di Cristo, che racchiude in se tutte le esperienze umane, unione tra artigiano e lavoratore della terra, tra il legno della natura e l’ingegno umano che lo modifica.

A conclusione un monito che interroga le coscienze: la fatica deve essere giustamente retribuita; defraudare la mercede al lavoratore è un peccato che non verrà perdonato né in questa vita né nella prossima, un sacrilegio pari a quello di un sacerdote che dovesse buttare via l’Eucarestia.

«E se Mazzolari vivesse oggi cosa direbbe?», incalza dal pubblico un interlocutore. «Limitiamoci a riconoscere i tanti Mazzolari di oggi – gli risponde un altro – anche se magari non sono più parroci a Bozzolo, ma a Picenengo o in altre parrocchie sparse per l’Italia».

Massimiliano Galli

 

Prossimi appuntamenti

Il percorso, promosso dall’Ufficio diocesano per la Pastorale sociale e del lavoro in sinergia con le ACLI cremonesi, l’Enaip Lombardia, Partecipolis, il Gruppo di studio Campo di Fragole, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Cremona, continuerà venerdì 27 febbraio, alle 17.30, nell’auditorium Enaip, presso la sede provinciale delle ACLI, in via cardinal Massaia 22.

Relatore sarà Luigino Bruni, professore ordinario di Microeconomia ed Economia aziendale e bancaria presso il Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne della Lusma di Roma. Classe 1966, originario di Ascoli Piceno, ha insegnato alla Bicocca di Milano Economia politica e Storia dell’economia. Attualmente è anche coordinatore della commissione internazionale Economia di Comunione (EdC), fondata da Chiara Lubich nel maggio 1991 a San Paolo, coinvolgendo imprenditori, lavoratori, dirigenti, consumatori, risparmiatori, cittadini, studiosi e operatori economici, tutti impegnati ai vari livelli a promuovere una prassi e una cultura economica improntata alla comunione, alla gratuità e alla reciprocità, proponendo e vivendo uno stile di vita alternativo a quello dominante nel sistema capitalistico.

L’incontro, moderato da Mauro Samarati del Gruppo di studio Campo di fragole, focalizzerà l’attenzione sulle opportunità per un nuovo patto tra aziende e lavoratori.

Conclusione ideale di questo percorso, che guarda all’uomo al centro dell’economia e del lavoro, sarà l’incontro che la sera di venerdì 20 Marzo (ore 21) al Centro pastorale diocesano di Cremona vedrà chiudere la prima annata del Corso di alta formazione per l’impegno sociale e politico promosso da Diocesi di Cremona e Università Cattolica. Al centro della serata “Economia civile: un modello economico a misura d’uomo”, con la relazione del professor Stefano Zamagni, docente di Economia civile e sistemi di welfare all’Università di Bologna.

Locandina verticale        Locandina orizzontale

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte