HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
CASALMORANO

L'unità pastorale insieme
a Comune, Casa di riposo
e Banca Cremonese
per un "Valore aggiunto"

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

“Valore aggiunto” per essere protagonisti e costruire occasioni per crescere. Sono questi gli obiettivi del progetto ideato dalle parrocchie dell’unità pastorale di Casalmorano in sinergia con il Comune, la Casa di riposo Villa S. Cuore e Banca Cremonese. Quattro realtà che si sono unite per promuovere un percorso che porti a riscoprire e valorizzare le potenzialità del territorio. In particolare attraverso incontri che permetteranno di conoscere meglio queste realtà e i loro obiettivi e ritrovare stimoli per condividere, promuovere e sostenere nuove iniziative. Primo appuntamento venerdì 27 febbraio, alle 21, presso la sala Dagani del Comune di Casalmorano.

La locandina        L'invito al primo incontro

 

Il progetto “Valore aggiunto” nasce dalla necessità di affermare come, in un territorio ben preciso, le ricchezze sono un dato ricevuto, non solo da conservare o da impegnare in strategie economiche di guadagno, ma anche e soprattutto da ritenere quali risorse valoriali, da rilanciare con grande coraggio, per dare dignità alle persone e qualità alle loro relazioni. Un bene da gestire con grande competenza, perché proviene da una tradizione che ha fondato sullo stile della cooperazione il desiderio di sviluppo delle capacità personali e della intraprendenza.

Quale valore aggiunto può dare significato oggi a una ricchezza che faticosamente si riesce a mettere in gioco? La presenza di istituzioni (Comune, Banca, Parrocchie dell’Unità Pastorale, Casa di Riposo) ispirate da questo principio di cooperazione diventa preziosa rispetto alla necessità di prendersi carico della ri-costruzione di quel tessuto umano che oggi è messo alla prova da gravi difficoltà.

A partire dalla convergenza su progetti specifici, dalla condivisione di quelle caratteristiche che descrivono l’identità di ciascuna di queste istituzioni e dalla responsabilità personale di ciascun cittadino, si vuole operare per tornare a far sperimentare quella solidarietà tra le persone che, unica, permette a tutti di poter camminare verso un futuro al quale tutti desiderano ritornare a guardare con serenità.

La modalità concreta sono alcuni percorsi, di carattere culturale e formativo, per educare e investire la sensibilità, dando risposte precise alle necessità di tutti. Un “Valore aggiunto” che può dare nuovo smalto al un territorio costruendo occasioni per crescere.

Il primo appuntamento è la sera di venerdì 27 febbraio, alle 21, presso la sala Dagani del Comune di Casalmorano. Il secondo ambito sotto esame sarà quindi quello delle parrocchie dell’unità pastorale di Casalmorano: l’incontro è fissato venerdì 6 marzo presso il Centro pastorale di via Prejer. La settimana successiva il focus si concentrerà sulla Banca Cremonese, con l’incontro fissato venerdì 13 marzo (sempre alle 21) presso il Centro Futuro Salute. Ultimo evento la sera di venerdì 20 marzo presso Villa S. Cuore, guardando naturalmente alla Casa di riposo.

 

I Principi Ispiratori

Dall’Esortazione apostolica sull’annuncio del Vangelo nel mondo attuale Evangelii Gaudium di papa Francesco

Il tutto è superiore alla parte

234. Anche tra la globalizzazione e la localizzazione si produce una tensione. Bisogna prestare attenzione alla dimensione globale per non cadere in una meschinità quotidiana. Al tempo stesso, non è opportuno perdere di vista ciò che è locale, che ci fa camminare con i piedi per terra. Le due cose unite impediscono di cadere in uno di questi due estremi: l’uno, che i cittadini vivano in un universalismo astratto e globalizzante, passeggeri mimetizzati del vagone di coda, che ammirano i fuochi artificiali del mondo, che è di altri, con la bocca aperta e applausi programmati; l’altro, che diventino un museo folkloristico di eremiti localisti, condannati a ripetere sempre le stesse cose, incapaci di lasciarsi interpellare da ciò che è diverso e di apprezzare la bellezza che Dio diffonde fuori dai loro confini.

235. Il tutto è più della parte, ed è anche più della loro semplice somma. Dunque, non si dev’essere troppo ossessionati da questioni limitate e particolari. Bisogna sempre allargare lo sguardo per riconoscere un bene più grande che porterà benefici a tutti noi. Però occorre farlo senza evadere, senza sradicamenti. È necessario affondare le radici nella terra fertile e nella storia del proprio luogo, che è un dono di Dio. Si lavora nel piccolo, con ciò che è vicino, però con una prospettiva più ampia. Allo stesso modo, una persona che conserva la sua personale peculiarità e non nasconde la sua identità, quando si integra cordialmente in una comunità, non si annulla ma riceve sempre nuovi stimoli per il proprio sviluppo. Non è né la sfera globale che annulla, né la parzialità isolata che rende sterili.


Dal Compendio della Dottrina sociale della Chiesa

339. I componenti dell'impresa devono essere consapevoli che la comunità nella quale operano rappresenta un bene per tutti e non una struttura che permette di soddisfare esclusivamente gli interessi personali di qualcuno. Solo tale consapevolezza permette di giungere alla costruzione di un'economia veramente al servizio dell'uomo e di elaborare un progetto di reale cooperazione tra le parti sociali.

Un esempio molto importante e significativo nella direzione indicata proviene dall'attività che può riferirsi alle imprese cooperative, alle piccole e medie imprese, alle aziende artigianali e a quelle agricole a dimensione familiare. La dottrina sociale ha sottolineato il contributo che esse offrono alla valorizzazione del lavoro, alla crescita del senso di responsabilità personale e sociale, alla vita democratica, ai valori umani utili al progresso del mercato e della società.

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte