HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
CENTRO PASTORALE DIOCESANO

Papa Bergoglio raccontato
da Roberto Alborghetti
Il 17 aprile la presentazione
del libro "Francesco" (Velar)

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

Sono tante le biografie di Papa Bergoglio, ma sono tante anche le imprecisioni sulle sue origini e i momenti che hanno scandito la sua vita. Ad aiutare a fare un po’ di chiarezza, nel pomeriggio di venerdì 17 aprile al Centro pastorale diocesano di Cremona è intervenuto Roberto Alborghetti, autore di “Francesco” (edizioni Velar), la prima grande biografia illustrata su Papa Bergoglio. Un volume di oltre 550mila battute di testo e 340 fotografie che, con la puntualità e la professionalità giornalista che contraddistinguono l’autore, analizza i principali passaggi della vita di Jorge Mario Bergoglio fino ai primi mesi di pontificato. In uscita una corposa appendice che continua a seguire Papa Francesco, arrivando sino alla viaggio apostolico a Napoli. 

Sfoglia le prime pagine del libro

Contributi audio:

 

L’incontro è stato moderato da Riccardo Mancabelli, giornalista dell’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali, promotore dell'evento insieme al Centro Pastorale diocesano e l'editrice Velar, rappresentata in sala da Efisio Walter (amministratore unico), cui si è rivolto con gratitudine don Irvano Maglia, delegato episcopale per la Pastorale e direttore del Centro pastorale, nel suo indirizzo di saluto.

Tra i presenti in sala non mancavano alcune suore Adoratrici, Istituto particolarmente legato all’autore: non solo per una sua pubblicazione sul beato Francesco Spinelli, ma anche a motivo della sorella, suor Luisa Alborghetti, particolarmente conosciuta da chi frequenta la casa di spiritualità di Lenno.

In una lunga e articolata panoramica l’autore ha cercato di mettere in luce alcuni degli aspetti più significativi di Papa Francesco. Lo ha fatto andando letteralmente alle origini: quelle delle sua famiglia emigrata in Argentina. Non semplici fatti di cronaca e di colore, come il riferimento all’ormai celebre nonna di Papa Bergoglio. Alborghetti a più riprese ha sottolineato come le “novità” di Papa Francesco sono il frutto del substrato culturale in cui è cresciuto e si è formato – soprattutto in famiglia – e delle vicende che hanno contrassegnato la sua vita. Una fede nata e fortificata proprio tra le mura di casa, e in particolare grazie alla nonna, molto impegnati nell’Azione Cattolica, così come il padre (relatore di una lezione proprio sul Papato).

Alborghetti ha proposto solo alcuni degli episodi che il corposo volume affronta con dovizia di particolari e precisione accurata, frutto di ricerche spesso anche molto complesse. Come, ad esempio, per le tre schede di viaggio dei Bergoglio partiti per l’America dal porto di Genova: dai documenti di archivio è stato possibile definire con certezza la data della partenza (errata in molte biografie), quella del 1° febbraio 1918. Il viaggio fu in terza classe. Elemento che ha introdotto il tema delle periferie, proseguito poi raccontando che Bergoglio frequentò le suole pubbliche nelle classi riservate agli emigrati.

L’importanza della comunità cristiana per la sua famiglia e l’esperienza negli oratori salesiani sono altri elementi che incidono profondamente nella vita del futuro Papa. «Una Papa diverso – ha sottolineato Alborghetti – perché è diverso il mondo da cui proviene».

Tra i particolari evidenziati anche la data del battesimo del futuro Papa: 25 dicembre 1936. A Natale: perché era l’unico giorno non lavorativi per gli emigrati. Dunque una scelta dettata dalla necessità in una realtà oggi quasi inconcepibile.

Altro capitolo quello della formazione del futuro Papa, che prima di entrare nei Gesuiti - non tutte le biografie lo ricordano - iniziò il suo cammino vocazionale nel seminario dell’Arcidiocesi. Proseguendo poi guardando agli anni di insegnamento, Alborghetti ha sottolineato l’aspetto educativo-formativo di Papa Bergoglio, con la sua importante azione di mediazione tra opposti estremismi. «Si dice che è un pastore e non un teologo. Non è vero! Ha scritto libri di grande spessore. In particolare sulla pastorale educativa e quella sociale».

Passando in rassegna le tappe fondamentali della vita di Papa Bergoglio hanno trovato nuova luce la sua cura nelle relazioni, la sua umanità e l'attenzione alle periferie, oltre che la sua visione di Chiesa. Un percorso portato avanti sempre con grande coerenza, ha sottolineato ancora l’autore di “Francesco”, che ha da poco concluso il nuovo volume che andrà ad aggiungersi a questa prima versione del testo. Si arriverà così alle 400 pagine: con testi, foto e testimonianze che davvero aiutano a capire di più Francesco e il suo pontificato.

  

 

Scheda del libro

Il libro “Francesco” aiuta a conoscere un figlio di emigranti diventato pastore della Chiesa universale. Lo fa andando oltre gli instant book e scavando in profondità nella documentazione storica a partire dalle notizie sulla famiglia di origine, della quale vengono ricostruiti momenti riguardanti anche l’emigrazione dall’Italia all’Argentina, precisando date, tempi e modalità. L’opera definisce i passaggi fondamentali dell’infanzia del futuro Papa Francesco, a partire dalle circostanze legate al suo battesimo (momento fondamentale, ignorato dai testi finora usciti) fino ai progressivi stadi del percorso scolastico.

Sempre sulla base di testimonianze e documenti, Alborghetti racconta anche l’episodio legato alla malattia polmonare del giovane Jorge Mario, alla sua vocazione religiosa, sullo sfondo degli scenari storici e sociali dell’Argentina degli anni Quaranta e Cinquanta.

“Francesco” -  con prefazione del card. Giovanni Battista Re - si addentra anche negli elementi distintivi della formazione culturale del futuro Papa Francesco, i suoi rapporti con il mondo dei pensatori e dei saggisti latinoamericani (Methol Ferrè, Gera, Scannone) che vanno disegnando nuove prospettive del Continente sudamericano, anche in relazione alla stessa azione della Chiesa.

Sempre contestualizzate da dati e notizie relative all’evoluzione storico-sociale dei vari periodi, testimonianze inedite contribuiscono a raccontare gli anni di padre Jorge Mario Bergoglio alla guida dei Gesuiti in Argentina, le sue intuizioni pastorali, il ruolo avuto nel salvare vite umane durante il periodo buio della dittatura militare (1976 -1983), le sue esperienze come rettore presso il Collegio Massimo a San Miguel, l’opera di evangelizzazione e di promozione umana nei barrio, tra i poveri e le emergenze di Buenos Aires, la guida dell’episcopato Latinoamericano, la condivisione delle difficoltà della popolazione negli anni della grave crisi economica che colpì l’Argentina all’inizio degli anni Duemila.

Discorsi, omelie e interventi pronunciati dall’arcivescovo Bergoglio durante il suo ministero episcopale occupano un singolare spazio tra le pagine di “Francesco. Vescovo di Roma per il mondo” accompagnando il lettore alla scoperta della personalità del futuro Papa, le sue giornate all’insegna della sobrietà e della semplicità, la sua “pastorale della strada” vissuta sempre e instancabilmente dalla parte della gente.

Gli ultimi tre capitoli sono dedicati ai mesi iniziali del pontificato, alle prime scelte del magistero e ai viaggi apostolici (Lampedusa, Rio de Janeiro, Cagliari, Assisi) dai quali emerge la grande passione di Francesco: “Annunciare Cristo a questo nostro mondo” e rimettere il cammino della Chiesa nel solco del Vangelo, dalla parte dei poveri, come presenza viva e sale dell’umanità, nella scia della testimonianza di san Francesco d’Assisi, del quale il Papa porta il nome.

 

 

L’autore Roberto Alborghetti

Roberto Alborghetti, giornalista professionista e autore di saggi e biografie, ha lavorato nel gruppo Sesaab-L’Eco di Bergamo, dove è stato uno degli ultimi cronisti a formarsi alla scuola di mons. Andrea Spada, ritenuto tra i grandi del giornalismo italiano e per ben 51 anni direttore del quotidiano bergamasco. A L’Eco di Bergamo si è occupato di attività editoriali per la scuola e i giovani, ricoprendo anche il ruolo di inviato.

È autore di una quarantina tra saggi e biografie, tra cui “Nessuno è cretino”, l’ultima conversazione-intervista del grande pedagogista Aldo Agazzi. Ha curato i due volumi dell’epistolario di Santa Paola Elisabetta Cerioli (“Lettere di una Madre”) e ha coordinato l’opera “Lombardia / Introduzione ad una didattica dei territori”.

Per la popolare “Collana blu” di Velar-Elledici ha pubblicato testi dedicati soprattutto a protagonisti del cattolicesimo sociale tra Ottocento e Novecento, tra i quali Leonardo Murialdo, Leone Dehon, Antonio Maria Gianelli, Annibale Maria di Francia, Francesco Spinelli, Maria Elisabetta Mazza.

Blogger convinto, autore di documentari, si occupa di editoria “educational” (è direttore di Atempopieno – periodico dell’Associazione Genitori Scuole Cattoliche – e di Okay!).

Ha ricevuto diversi riconoscimenti giornalistici, tra cui l’European Award for Environmental Reporting (il cosiddetto “Pulitzer europeo” per l’informazione sull’ambiente, 1992-1993).

Ha creato “LaceR/ Azioni”, un innovativo progetto-ricerca basato sull’osservazione della realtà urbana percepita nei cromatismi dei “segni di strada”, con mostre in Italia ed all’estero.

 

L’editrice Velar

L’Editrice Velar è una casa editrice cattolica che opera nel campo dell’editoria da 40 anni e vanta un catalogo di oltre 1.000 titoli, tradotti anche in diverse lingue; dai volumetti della famosa collana “Messaggeri d’amore”, con oltre 400 biografie di santi, beati e testimoni di carità, di giustizia e di pace, all’originale e unica raccolta “Il Volto dei volti Cristo”; dalle opere di spiritualità e di pastorale alle utili guide ai più interessanti luoghi cristiani d’Italia e del mondo; dagli approfondimenti biblici ai vivaci libri per bambini e ragazzi; dai volumi di poesia, letteratura e arte alle eleganti edizioni di pregio.

Velar offre servizi editoriali con possibilità di personalizzazioni; fa parte dell’UELCI (l’Unione Editori e Librai Cattolici Italiani) e collabora attivamente con Rebeccalibri, il primo portale online dell’editoria religiosa.

Sin dall’inizio dell’attività, Velar ha adottato una politica editoriale concretamente sensibile alle problematiche sociali, impegnandosi a sostenere specifiche iniziative umanitarie.

 

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte