HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
A CREMONA

La famiglia genera: presentata
la Festa diocesana della famiglia
di domenica 24 maggio dalle 15
Conclusione con il Vescovo
On-line gli eventi preparatori

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

Nel pomeriggio di domenica 24 maggio si terrà a Cremona la prima “Festa diocesana della famiglia”, dal titolo “La famiglia genera”. L’evento, voluto fortemente dal vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, nella mattinata di mercoledì 20 maggio è stato ufficialmente presentato on una conferenza stampa presso la Curia vescovile di Cremona.

Interventi audio (mp3):   don Irvano Maglia   don Giuseppe Nevi

Locandina della festa          Messaggio del Vescovo

In foto da sinistra: don Nevi, don Maglia e Mancabelli

 

All'incontro con i giornalisti, moderato dal giornalista Riccardo Mancabelli, dell'Ufficio diocesano per le Comunicazioni social, sono intervenuti il delegato episcopale per la Pastorale, don Irvano Maglia, e il responsabile dell'Ufficio diocesano per la Pastorale familiare, don Giuseppe Nevi.

La "Festa diocesana della famiglia" è promossa dall'Ufficio diocesano per la Pastorale familiare in sinergia con diverse realtà ecclesiali che si occupano della cura delle coppie e della famiglia, così come dell’educazione delle nuove generazioni.

 

Il senso della Festa

«La festa – precisa don Irvano Maglia, delegato episcopale per la Pastorale – intende essere, come ha sottolineato il vescovo Dante Lafranconi nel messaggio indirizzato il 17 maggio a tutte le parrocchie, un’occasione in cui la Chiesa diocesana nel suo insieme offre un segno tangibile della vitalità della famiglia e della Chiesa stessa in questi momenti difficili».

«Papa Francesco – ha ricordato il sacerdote citando ancora il messaggio del Vescovo – sta intervenendo sempre più spesso in difesa e promozione della famiglia, riconoscendo da un parte la necessità di difenderla e dall’altra quella di proporla nel mondo come segno luminoso del volto stesso di Cristo che ama ogni uomo. Gli sposi, infatti, prestano i propri volti a Cristo stesso affinché sia rivelato il grande amore con il quale il Padre ama. La giornata di festa, quindi, è l’occasione offerta alle comunità della Diocesi per rispondere a questo duplice compito e impegno».

L’invito a prendere parte a questa Festa arriva proprio dalle parole del Vescovo, che nel messaggio inviato il 17 maggio a tutte le parrocchie così esortava: «Vi attendo personalmente desiderando confermarvi nella vostra vocazione e nella gioia che viene dallo Spirito che vi ha consacrati come testimoni nel mondo. Mi auguro che sia davvero una festa partecipata e possa essere una occasione preziosa per la crescita della sensibilità pastorale in questo campo così importante».

Ad accogliere la famiglie in piazza, a partire dalle 15, ci sarà lo spettacolo proposto da “Teatrodaccapo”, compagnia teatrale professionale di Romano di Lombardia (Bg) formata da ragazzi e famiglie.

 

L’organizzazione

Tre le parole chiave che accompagneranno il pomeriggio, declinate attraverso le testimonianze che dalle 15.30 alle 16.30 saranno offerte in alcuni punti del centro storico.

La prima è “accogliere”, termine legato al tema della difesa della vita. Nella chiesa di S. Girolamo (in via Sicardo) evidenzieranno la dimensione della famiglia che accoglie l’associazione di famiglie affidatarie “Il Girasole”, la Casa famiglia “S. Omobono”, la Caritas diocesana e il Centro di aiuto alla Vita di Cremona.

Nel vicino oratorio Silvio Pellico (via Sicardo 7) l’Ufficio diocesano per la pastorale familiare, l’associazione “Famiglia Buona Novella”, il Movimento dei Focolari e il consultorio Ucipem di Cremona approfondiranno il tema della cura delle relazioni di coppia, sottolineando un secondo termine: “crescere”.

La terza parola è “accompagnare”, che richiama l’aspetto educativo e sociale: presso la sala Mercanti della Camera di Commercio (via Baldesio 10) saranno protagoniste l’Azione Cattolica e le diverse associazioni che operano nel mondo della scuola.

In piazza del Comune, inoltre, saranno allestiti alcuni stand promossi da varie realtà che in diocesi si occupano di famiglia e di educazione. Nello specifico saranno affrontate le seguenti tematiche:

  • La solidarietà verso la famiglia (associazione “Il Girasole”);
  • La cura della mamma e i primi passi (consultorio Ucipem);
  • La cura della coppia (associazione “Famiglia Buona Novella”);
  • L’educazione, la scuola e le alleanze educative (Coop. Iride e Azione Cattolica Cremonese);
  • L’adolescenza (Federazione Oratori Cremonesi).

Nel cortile Federico II, invece, con il coordinamento di Comunione e Liberazione, sarà allestito un bookshop e una mostra di Gerardo Colombo, educatore di Como che attraverso foto artistiche racconta la quotidianità di famiglie normali.

Mentre i genitori saranno impegnati negli incontri, di carattere dinamico e coinvolgente, per bambini e ragazzi ci saranno giochi, laboratori e atelier curati dalla Federazione Oratori Cremonesi, Scout e ACR.

La cornice musicale sarà garantita dalle esibizioni della “Junior Band” della scuola Sacra Famiglia di Cremona.

Alle 16.30 tutti i partecipanti saranno attesi in piazza del Comune per il momento di festa vero e proprio, che sarà aperto dal saluto del sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti.

Quindi, la compagnia teatrale “Teatrodaccapo” proporrà “Viaggiando si impara”, un simpatico spettacolo in cui percorrere chilometri immaginari, attraversare confini, superare limiti, viaggiare nel cielo, sull’acqua, sulla terra, con la fantasia, conquistare mete e traguardi. Uno show interamente costruito attraverso il coinvolgimento attivo dei bambini, dove il corpo e lo spazio diventano occasione di scoperta e conoscenza.

Al termine, intorno alle 17.30, prenderà la parola il vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, per un momento di preghiera e di sintesi della giornata.

«Nel suo intervento – anticipa don Giuseppe Nevi, responsabile dell’Ufficio diocesano per la Pastorale familiare – il Vescovo affiderà il “mandato” a tutte le famiglie presenti. Non sarà un mandato specifico, ma che richiama la grande missione della famiglia del mondo. Questa intende essere davvero una festa rivolta a tutte le famiglie che, in questo periodo storico in cui la famiglia è aggredita da tante parti, messa in discussione e contestata, necessitano di sentire la vicinanza della Chiesa, che le riconosce e le valorizza, e per questo anche le offre».

«La giornata del 24 maggio a Cremona – continua don Nevi – si colloca nel percorso che l’intera Chiesa sta compiendo da tempo, che confluirà nel Sinodo sulla famiglia, e in stretta continuità con quanto da anni si sta attuando a livello diocesano, rispetto alla famiglia, alla sua importanza e anche curando la formazione degli sposi. Occorre mettere seriamente la famiglia al centro per respirare tutti quei valori che sono legati alla sua esistenza: valori che sono sia di natura antropologica che sociale, ma anche con la natura “eterna” del sacramento».

Il cuore della “Festa diocesana della famiglia”, dalle 16.30 sino al mandato del Vescovo, sarà trasmesso in diretta televisiva su Cremona1 (canale 211 del digitale terrestre).

In caso di condizioni meteorologiche avverse l’evento si svolgerà con gli stessi orari presso la palestra di Cavatigozzi.

 

Gli eventi preparatori

La “Festa diocesana della famiglia” è stata preparata con quattro incontri di approfondimento sui temi della famiglia che nel mese di maggio si sono svolti in quattro punti della diocesi.

Il percorso ha preso avvio venerdì 8 maggio da Caravaggio, nella Bergamasca. Presso il Centro di spiritualità del Santuario, Luca Pesenti, ricercatore di Sociologia generale alla Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica di Milano, è intervenuto su “La famiglia protagonista del nuovo welfare”. Guarda il video

Secondo appuntamento la sera successiva, sabato 9 maggio, all’oratorio Maffei di Casalmaggiore. “Nelle mani di chi? Fecondazione artificiale e senso del generare” il titolo dell’incontro che ha visto intervenire Claudia Navarini, docente della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo pontificio Regina Apostolorum, e padre Giorgio Maria Carbone, docente di Bioetica e Teologia morale presso la facoltà teologica dell’Emilia Romagna. Guarda il video

Si è proseguito con l’incontro in agenda mercoledì 13 maggio presso il salone Mosconi del centro parrocchiale di Soresina in merito al “Sinodo sulla famiglia: punti fermi e problemi aperti”. Relatore d’eccezione è stato il card. Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona-Osimo e membro del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari e della Congregazione per le Chiese Orientali. Guarda il video   Cronaca e foto

Il percorso si è concluso venerdì 15 maggio presso il Seminario Vescovile di Cremona sul tema “Generare in umanità nella famiglia di oggi”. Al tavolo dei relatori Silvano Petrosino, docente di Semiotica all’Università Cattolica di Milano, e Alessandra Augelli, docente di Pedagogia interculturale presso l’Università Cattolica di Piacenza. Guarda il video

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte