HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
26 MAGGIO

Al Vescovo conferito il premio
«Città di Caravaggio»
per l'attenzione dimostrata
durante il suo episcopato
alla città bergamasca

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

Nella serata di martedì 26 maggio, a conclusione delle solenni celebrazioni anniversarie dell’apparizione della Beata Vergine a Giannetta, nella chiesa arcipretale dei «Santi Fermo e Rustico» di Caravaggio si è svolta una manifestazione particolare, durante la quale è stato consegnato al vescovo Dante Lafranconi il premio “Città di Caravaggio 2015”. Il premio consiste in una medaglia raffigurante la riproduzione della “Medusa” di Michelangelo Merisi, “Il Caravaggio”, opera del pittore che ha portato nel mondo il nome della cittadina della bassa bergamasca, facente parte della diocesi di Cremona. “La Medusa”, dal 2000, è stata scelta come simbolo della Amministrazione comunale di Caravaggio.

Il premio “Città di Caravaggio”, istituito nel 2000, è consegnato ogni anno il 26 maggio, a personalità che si sono distinte in vari ambiti – culturale, sociale, lavorativo, … – e appartenenti alla comunità caravaggina o che hanno avuto un particolare e significativo rapporto con essa. In passato tale riconoscimento è stato assegnato, tra gli altri, anche al Parroco emerito di Caravaggio, don Giovanni Amigoni, per i suoi 50 anni di ordinazione sacerdotale.

Quest’anno è stato scelto mons. Lafranconi – come ha spiegato il Sindaco Giuseppe Prevedini, affiancato dall’Assessore alla cultura Giovanni Testa – per la cura che egli ha per la realtà caravaggina: per la sua presenza e la sua speciale attenzione nei confronti del Santuario di Santa Maria del Fonte, per le visite alla comunità parrocchiale e al tessuto sociale di Caravaggio ed anche per il particolare rapporto che si è stabilito negli anni con l’Amministrazione comunale.

La consegna del riconoscimento è avvenuta nell’ambito della manifestazione “Sinfonie di pace”: una elevazione musicale a cura degli alunni della Scuola Media “Mastri Caravaggini” di Caravaggio con il supporto del Complesso strumentale “Geradadda”, diretti dal maestro Angelo Giussani.

Il programma della serata ha spaziato da musiche impegnative quali la “Sinfonia dei giocattoli” di Mozart (ottimamente eseguita da tutti i componenti dell’ensamble) all’Inno nazionale croato (in omaggio agli amici croati che hanno ospitato un gruppo di studenti della Scuola Media di Caravaggio); dal “Canto degli italiani” a “La Vergine degli Angeli”; dal “Domine ad adiuvandum” del Vespro della Beata Vergine di Monteverdi al giocoso finale di “We are the world”. Generosi e calorosi gli applausi del pubblico.

Una serata di rilievo a coronamento di un giorno sempre speciale per Caravaggio, nel ricordo dell’apparizione della Madonna a Giannetta.

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte