HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
CREMONA

Inaugurato dalla Coop. Nazareth
il progetto di housing sociale
nelle ex scuole di Porcellasco
Con rivendita d'agricoltura bio

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

È stato inaugurato nel pomeriggio di domenica 21 giugno, a Cremona, nell’area delle ex scuole elementari di Porcellasco (via Persico 86), il progetto di housing sociale curato dalla Cooperativa sociale Nazareth insieme al Comune di Cremona. Realizzati alcuni appartamenti da destinare per un periodo provvisorio a nuclei e singoli che attraversano fasi di sofferenza da un punto di vista abitativo. Nella ex casa del custode spazio per la famiglia tutor e il punto vendita degli ortaggi prodotti con agricoltura sociale e biologica dalla stessa cooperativa cremonese.

Photogallery dell'inaugurazione

 

L'appuntamento è  stato per le 18.30, quando il cortile della struttura, strappata dallo stato di abbandono attraverso un importante intervento di riqualificazione, ha visto confluire tutti i partecipanti. Al momento inaugurale, infatti, oltre alle autorità e ai rappresentanti delle numerose realtà che a diverso titolo hanno contribuito alla riqualificazione delle ex scuole di Porcellasco, è stata invitata l'intera cittadinanza perché tutti potessero rendersi conto di quanto realizzato: un intervento che ha permesso di restituire alla comunità uno spazio di incontro e di relazione da vivere e frequentare, partecipando ai momenti di convivialità che saranno organizzati nei giardini della struttura.

Dopo una breve introduzione da parte di don Pierluigi Codazzi, è toccato al sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, prendere parola per alcuni grazie. Il primo alla Fondazione Cariplo, finanziatrice del restauro, il secondo alla precedente Amministrazione, di cui erano presenti l'ex sindaco Oreste Perri e l'ex assessore Luigi Amore, e infine alla Coop. Nazareth per aver reso possibile l'opera di “rigenerazione”. «L'housing sociale è la risposta al nuovo disagio abitativo – ha affermato il sindaco – perciò è sicuramente un settore da implementare». E riferendo le parole dell'assessore Mauro Platè ha concluso: «È importante accompagnare le fragilità in luoghi belli come questo». Infine il sindaco ha voluto ringraziare la Diocesi e la Caritas.

È intervenuta poi Paola Bignardi, della Fondazione Cariplo, sottolineando l'importanza di un progetto che prevede «di accompagnare le persone fragili verso l'autonomia».

Un sentito ringraziamento per «aver puntato sul nostro territorio» è venuto da Giovanni Cavallieri, rappresentante del comitato di quartiere, che ha poi passato la parola al delegato episcopale per la Pastorale, don Irvano Maglia, che ha definito l'intervento sociale «un progetto perfettamente in linea con gli obbiettivi della Diocesi». Infine ha concluso il presidente della Fondazione comunitaria Città di Cremona, Renzo Rebecchi.

Giuseppina Biaggi ha quindi illustrato la struttura, destinata a percorsi di housing sociale temporaneo (6/12 mesi) per nuclei e singoli che attraversano fasi di sofferenza da un punto di vista abitativo. Ciascun beneficiario sarà sostenuto nella costruzione del proprio percorso verso l’autonomia puntando in maniera particolare sulla ricerca attiva del lavoro, la valorizzazione delle risorse personali, l’accompagnamento all’uso delle risorse economiche, la cultura del risparmio.

Nell'edificio sono stati effettuati interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione necessari a rendere gli alloggi abitabili, confortevoli e sicuri, rispondenti alle normative vigenti, migliorando inoltre l'efficienza energetica della struttura, così da garantire bassi costi di esercizio. Al piano terra sono stati ricavati quattro bilocali, due composti da soggiorno con spazio letto, cucina e bagno e due composti da soggiorno con angolo cottura, camera da letto e bagno predisposti per ospitare due o tre persone. Al primo piano hanno trovato posto due monolocali predisposti per una persona, con angolo cottura e bagno, e due alloggi con soggiorno, angolo cottura, camera da letto e bagno predisposti per ospitare fino a tre persone.

Il progetto "CHEZ SOI - Esperienza di housing sociale a Porcellasco" è stato finanziato dalla Fondazione Cariplo per complessivi 190mila euro, di cui 170mila previsti per le opere edilizie e 20mila euro per l'accompagnamento educativo nell'anno di sperimentazione. Il Comune di Cremona, su richiesta della Fondazione, ha vincolato per vent’anni la destinazione d'uso dei nuovi alloggi per housing sociale temporaneo e concesso il comodato gratuito della struttura per venti anni alla Società Cooperativa Sociale Nazareth quale partner di progetto.

La Cooperativa Nazareth, con risorse proprie, ha realizzato un impegnativo intervento di ristrutturazione della ex casa del custode ricavandone un alloggio per una famiglia volontaria tutor e un punto vendita per gli ortaggi prodotti dalla stessa cooperativa mediante agricoltura sociale e biologica nel vicino comune di Persico Dosimo.

I principi che stanno alla base del progetto sono la prossimità e la reciprocità: lo star bene delle persone è associato non solo ai bisogni materiali, come la casa, ma anche a quelli relazionali. Per questo saranno stimolate e accompagnate esperienze di auto-mutuo-aiuto tra le persone ospitate.

L’inaugurazione è terminata con un aperitivo con i prodotti della Cooperativa Nazareth.

 

Storia e struttura dell'area

La scuola elementare della frazione di Porcellasco, di proprietà del Comune di Cremona, fu costruita all'inizio del secolo scorso su un'area di pertinenza di circa 1.600 mq, posta lungo via per Persico, dei quali 1.230 mq non edificati. Sullo stesso lotto si trovano l'edificio dell'alloggio del custode, che copre una superficie di 61 mq, e un porticato con cantina/legnaia di 39 mq che congiunge i due fabbricati principali.

L'edificio scolastico si sviluppa su due piani fuori terra: il piano terreno ha una superficie lorda di 270 mq, mentre il primo piano copre 245 mq. La scuola, come gran parte degli edifici pubblici dell'epoca, fu costruita con una robusta muratura di mattoni pieni, solai di cemento armato gettati in opera (una "novità" che consentiva di coprire grandi luci), struttura del tetto in legno e manto di copertura in coppi di laterizio. L'impianto distributivo originario prevedeva due grandi aule per ciascun piano servite da uno spazio centrale di disimpegno, comprendente la scala e due corridoi trasversali che davano accesso ala zona dei servizi, situata sul lato posteriore ed esterna al profilo rettangolare del corpo principale.

Nei primi anni '90 il fenomeno dell'immigrazione assunse notevole rilevanza anche a Cremona. Pertanto, nel 1992, di fronte alla necessità di alloggi di accoglienza temporanea per gli immigrati, la scuola elementare, da tempo dismessa, venne trasformata in un centro di prima accoglienza per un totale di 20 posti letto.

Nel corso degli oltre vent'anni trascorsi da allora sono mutate le modalità di risposta al bisogno abitativo connesso ai flussi migratori; le amministrazioni locali hanno impostato le politiche non più secondo la logica dell'emergenza ma verso una graduale stabilizzazione dei percorsi. Dai centri di prima accoglienza ad una differenziazione dell'offerta incentrata principalmente su alloggi per l'autonomia. Inoltre gli alloggi dell'ex scuola, a causa dell'elevato cambio di persone e famiglie che vi sono state ospitate, si sono deteriorati, fino a determinarne il progressivo abbandono.

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte