HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
CREMONA - 21 GIUGNO

Festeggiato con il Vescovo
il 20esimo della dedicazione
della chiesa di S. Francesco
nel quartiere Zaist

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

È stato celebrato in modo solenne il ventennale della dedicazione della chiesa parrocchiale di S. Francesco d’Assisi, nel quartiere Zaist di Cremona. L’intenso fine settimana di eventi di spiritualità, ricordo e aggregazione è culminato con gli eventi di domenica 21 giugno, quando il vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, ha presieduto la solenne Eucaristia.

Photogallery: il Palio e la Messa col Vescovo

Omelia di mons. Dante Lafranconi (mp3) 

 

Quella della dedicazione è una ricorrenza molte sentita allo Zaist, che ogni anno la ricorda con particolare attenzione. Ma quest’anno l’occasione è stata ancor più solenne, visto che rivorrevano i 20 anni da quel 18 giugno del 1995 quando l’allora vescovo di Cremona, mons. Giulio Nicolini, presiedette il rito di dedicazione.

Il calendario celebrativo si è aperto la sera di venerdì 19 giugno con la celebrazione penitenziale. Nel pomeriggio di sabato 20, invece, dalle 15 l’adorazione eucaristica. Dalle 18, poi, l’appuntamento è stato nella piazza del Volontariato, accanto alla struttura che per diversi anni fu la chiesetta dello Zaist per l’edizione 2015 del Palio dei Rioni. Una tradizione molto sentita fino agli anni ’90 che negli ultimi tempi era stata abbandonata e che ora i giovani della parrocchia hanno voluto nuovamente valorizzare. La festa è proseguita in serata in oratorio con la proiezione di una sintesi del filmato realizzato il giorno della dedicazione, pienamente recuperato e trasferito su supporto dvd proprio in occasione del 20esimo. Una intensa giornata chiusa da un emozionante spettacolo pirotecnico.

Domenica il clou delle celebrazioni anniversarie con la Messa delle 10.30 presieduta dal vescovo Dante Lafranconi. Hanno concelebrato il parroco, don Gianpaolo Maccagni, il vicario, don Matteo Alberti, il superiore dei Camilliani di via Mantova, padre Virgilio Bebber, e i sacerdoti che in passato hanno svolto il proprio ministero pastorale allo Zaist: don Irvano Maglia (parroco dal 1990 al ‘97), don Gianbattista Piacenti (vicario dal 1990 al ‘94) e don Franco Morandi (collaboratore dal 1999 al 2012).

Nell’omelia il Vescovo, dopo essersi soffermato sulle letture del giorno e con un riferimento alla dedicazione avvenuta 20 anni prima, ha rinnovato alla comunità di S. Francesco l’augurio rivolto allora dal suo predecessore: avere sempre passione per la Chiesa. Una passione che si traduce nell’impegno generoso nei tanti servizi a favore della parrocchia. «Il senso di appartenenza alla Chiesa – ha detto – è direttamente proporzione alla fede nel Signore». Quindi l’augurio «che questa passione per la Chiesa, che dice concretamente la nostra fede nel Signore Gesù, non venga mai meno nella vostra comunità». «Chiedo anche al Signore – ha concluso il Vescovo – che aumenti in ciascuno di voi e attiri sempre più persone a condividere lo sguardo di fede nel Signore Gesù e l’amore appassionato per la Chiesa».

La giornata è proseguita con il pranzo comunitario, per concludersi alle 17 di nuovo in chiesa con l’adorazione eucaristica e i vespri.

 

Il messaggio del Vescovo

In occasione del 20esimo della dedicazione della chiesa di S. Francesco, il Vescovo ha inviato alla comunità parrocchiale il seguente messaggio:

Carissimi fedeli della parrocchia di San Francesco in Cremona,

desidero esprimervi i sentimenti della mia vicinanza in occasione delle celebrazioni indette per ricordare i vent’anni della dedicazione della vostra chiesa. La vostra è una parrocchia giovane, sorta durante l’episcopato del mio venerato predecessore il Vescovo Enrico Assi e per volontà di mons. Floriano Danini quale attenzione pastorale al nuovo quartiere.

È ben comprensibile che la straordinaria ricorrenza venga sottolineata con gioia e con una certa fierezza. Rievocando le origini di un cammino ventennale, vi sentite spontaneamente protesi al futuro che vi viene incontro e che attende da voi nuovo slancio e impegno nella costruzione del regno di Dio.

C’è un motivo che ispira la mia riflessione di fondo: in questi vent’anni tante cose sono mutate, altre sono cadute nel dimenticatoio. Ma il complesso religioso costruito allora, non senza sacrifici, è rimasto un punto stabile di riferimento per tutto il quartiere e il segno di una continuità anche umana. Qui da vent’anni si annuncia lo stesso Vangelo; qui si professa l’identica fede nel Signore Gesù; qui si viene a incontrarsi con lui, l’unico che può consolare la nostra esistenza, a volte dolorante e smarrita. Da vent’anni qui si offre al Padre, sotto i segni del pane e del vino, il sacrificio di Cristo Redentore. Qui le coscienze sono purificate e illuminate dal perdono di Dio. Qui le azioni sacramentali accrescono e nutrono il gregge del Signore; e la Chiesa non si stanca di elevare il suo canto d’amore allo Sposo, che è l’oggetto di ogni suo desiderio e di ogni sua speranza. Perciò mi compiaccio con voi, carissimi parrocchiani di San Francesco, per il felice pensiero di solennizzare una data evocatrice di così forti emozioni.

In questa felice circostanza, vi auguro di riscoprire:

  • la preziosità della fede in Cristo, il Figlio del Dio vivo, morto e risorto; quella fede che sola riesce a rimanere attuale in mezzo al declino delle ideologie, anche di quelle che inizialmente si presentavano con la pretesa della durata;
  • la bellezza della legge evangelica della carità, di fronte allo squallore di egoismi sempre rinascenti;
  • il valore dell’appartenenza ecclesiale, che ci pone in grado di resistere alle ricorrenti infatuazioni e alle prepotenze di vario stampo.

Custodite sempre con amore le vostre memorie: vi aiuteranno a rimanere fedeli e attivi nella sequela dell’unico vero Maestro e nella comunione dell’unico Salvatore del mondo. E amatela sempre la vostra chiesa. Preservatela dalle ingiurie del tempo, ravvivatene la vita pastorale con l’assiduità della presenza, onoratela di tutte le più affettuose attenzioni. È il tesoro prezioso della comunità, è l’eredità che lascerete ai vostri figli, è espressione della tutela dell’identità religiosa e civile del vostro popoloso quartiere.

Non posso concludere questa lettera senza ricordare i primi sacerdoti che si presero cura della nuova comunità: mons. Floriano Danini e don Irvano Maglia. Non furono facili gli inizi, come sempre accade; ma alla fede dei pionieri non è mancata la grazia ristoratrice del Risorto e la forza dello Spirito Santo. La comunità è diventata una famiglia di famiglie e si presenta oggi ricca di vivacità e di spirito evangelico, grazie anche al lavoro umile e metodico del parroco don Gianpaolo e dei suoi Collaboratori.

Affido i vostri propositi all’intercessione di San Francesco, perché questa data segni un sempre più approfondito impegno di fede, che si traduca nella quotidianità dei gesti, dei comportamenti e delle scelte; nello stile della “nuova evangelizzazione”, mentre tutta la Chiesa si incammina verso l’Anno Santo della Misericordia.

Su tutta la vostra Comunità parrocchiale scenda la mia benedizione.

Cremona, 26 Maggio 2015

+ Dante Lafranconi
Vescovo di Cremona

 

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte