HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
ANTICIPAZIONI

Convegno diocesano in Duomo
la sera di sabato 5 settembre
per l'avvio dell'anno pastorale
alla presenza del card. Scola
Intervista a don Irvano Maglia

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

Saranno rese note nelle prossime settimane le indicazioni pastorali che il vescovo Lafranconi, a conclusione del proprio mandato, offre alla Chiesa cremonese per l’anno pastorale 2015/16. Linee che si contraddistinguono nel segno della continuità dell’episcopato cremonese di mons. Lafranconi e con uno sguardo che si allarga ai grandi eventi ecclesiali che si susseguiranno nei prossimi mesi. Ne abbiamo parlato con don Irvano Maglia, delegato episcopale per la pastorale.

 

Don Irvano, è ormai imminente la pubblicazione delle indicazioni che il Vescovo propone alla Diocesi per il nuovo anno pastorale...

«Sì, un nuovo anno pastorale che avrà il suo inizio ufficiale la sera di sabato 5 settembre, alle 21, in Cattedrale, con il convegno diocesano. Sarà l’occasione per pregare e riflettere sul tema “In Gesù Cristo una nuova umanità… e in te saranno benedette tutte le famiglie della terra. L’incontro con l’altro e la costituzione di una nuova identità sociale ed ecclesiale”. Ad aiutarci nella riflessione sarà il card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano e metropolita di Lombardia».

Dal titolo del Convegno diocesano traspaiono alcuni degli eventi ecclesiali che scandiranno i prossimi mesi.

«Nel prossimo anno pastorale, infatti, anche a livello diocesano si punterà l’attenzione su questi grandi eventi ecclesiali: il Giubileo della Misericordia, il Sinodo sulla Famiglia, il Convegno ecclesiale di Firenze e la conclusione dell’Anno della Vita consacrata».

In che modo il Giubileo della Misericordia toccherà il nostro territorio?

«Il Papa aprirà la Porta Santa martedì 8 dicembre, nella solennità dell’Immacolata. In diocesi, invece, l’apertura avverrà domenica 13. Le chiese giubilari saranno quattro: a Cremona la Cattedrale, a Caravaggio il Santuario di S. Maria del Fonte, a Castelleone il Santuario della Misericordia, e a Casalmaggiore il Santuario della Fontana. Saranno quattro centri di iniziative, ma soprattutto di preghiera e di riconciliazione. La richiesta esplicita del Vescovo è che nelle quattro chiese giubilari ci sia sempre disponibilità di confessori. Su questa scia, inoltre, sarà riproposta, anche quest’anno, nelle chiese giubilari, la 24ore di preghiera per il Signore: il 4 e il 5 marzo».

Per il nuovo anno il Vescovo darà anche specifiche indicazioni per il cammino pastorale?

«Si tratta di indicazioni che sono nel segno della continuità con il suo ministero episcopale nella nostra diocesi. In particolare, tenendo presente il panorama emerso dalla verifica degli ambiti della catechesi, dei giovani e della famiglia. Il Vescovo propone alcune accentuazioni di carattere trasversale, auspicando in particolare che le azioni pastorali non si concentrino solamente su una certa fascia d’età o categoria, ma abbiamo uno sguardo più ampio comprendendo tutto l’arco della pastorale e tutte le età e situazioni delle persone».

Può farci alcuni esempi concreti?

«Nel caso della pastorale familiare, ad esempio, non ci si può concentrare solo sul matrimonio e la sua celebrazione, ma occorre prima educare all’amore e accompagnare i fidanzati, poi seguire il percorso degli sposi.  Per quanto riguarda, invece, la catechesi si dovrà fare attenzione anche al cosiddetto periodo “post-battesimale”. Rispetto poi alla pastorale giovanile, certo non la si può ridurre all’oratorio; deve essere lo strumento di una dimensione “vocazionale” che apre il giovane agli orizzonti della vita e sui modi in cui testimoniare e annunciare il Vangelo. E proprio su questo aspetto ci potrebbe essere un’importante novità».

Di che cosa si tratta?

«Il Vescovo propone un nuovo progetto di evangelizzazione di strada, che prosegua l’esperienza inaugurata dalle Sentinelle del Mattino, pur strutturata con un diverso target. L’iniziativa assumerà un carattere diocesano e sarà coordinata dall’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile. L’idea è coinvolgere gruppi, associazioni e movimenti: proprio da una loro condivisione potrà nascere una nuova modalità di evangelizzazione diretta».

Parlava anche di una maggiore trasversalità tra ambiti pastorali: in che modo?

«Un primo elemento è sicuramente l’educazione degli adulti, che devono essere aiutati a realizzare una presenza cristiana significativa e qualificata all’interno di una società che tende a non riconosce più la fede cristiana come forza capace di alimentare la società con i valori fondamentali che la sorreggono. L’altro aspetto è un maggior coordinamento degli Uffici diocesani di pastorale: una convergenza capace anche di ottimizzare le risorse e dare l’idea di una Chiesa che, nel concreto, è realtà di comunione».

Rimane dunque essenziale il capitolo della formazione?

«Certo. Proprio gli spunti che arriveranno dal Sinodo e dal Convegno di Firenze saranno ripresi in una serie di incontri di carattere interzonale. E non mancherà neppure un’attenzione al tema dell’immigrazione, a 360 gradi. Si sta già stilando il programma dettagliato».

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte