HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
PASTORALE GIOVANILE

Don Arienti: «L'oratorio
cuore dell'azione educativa»
Dal Vescovo la spinta a creare
veri luoghi di cultura
e di evangelizzazione

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

Per gli oratori, e più in generale per la pastorale giovanile, il nuovo anno pastorale si giocherà sui tre settori verificati dal vescovo Dante qualche mese fa. Il focus di mons. Lafranconi sulla pastorale giovanile parte da una acquisizione del documento diocesano del 2009: l'oratorio è il cuore della azione educativa delle comunità cremonesi, ma si apre l'orizzonte della più ampia pastorale giovanile.

Una continuità di intenti, dunque, rispetto al lavoro degli ultimi anni, che trova un corrispettivo nella sussidiazione che la Federazione Oratori Cremonesi ha preparato: accanto a una mediazione formativa del tema "Beati noi!" per gli adolescenti (“Domani è già qui”), è disponibile un percorso pensato per i 20/30enni ("Come in pieno giorno"), nella speranza che le proposte, soprattutto di carattere interparrocchiale e zonale, si consolidino e si estendano.

Seconda considerazione proposta dal Vescovo: l'impegno nel dinamismo di evangelizzazione, proprio dell'intera comunità, ma particolarmente urgente alla luce dell'emergenza educativa, va tenuto vivo. Le forme e i livelli sono molti e conosciuti: la fedeltà a una presenza quotidiana che intercetta sempre più spesso non cristiani o ragazzi che non esprimono più adesione alla vita battesimale; la radicazione sui territori e il lavoro con scuole, amministrazioni e associazioni; la stessa catechesi dell'Iniziazione che ripropone in termini più esperienziali la logica vitale del Vangelo... Fronti su cui l’impegno è grande, come pure molteplici sono le stanchezze e il senso di resa.

In questo contesto – per certi versi ancora molto rigido e giocato sulla buona volontà dei sacerdoti, spesso non più giovani, per altri versi incerto e faticoso – si innestano alcuni esperimenti che interessano la presenza educativa nei nostri ambienti: figure volontarie adulte, famiglie che danno disponibilità, catechisti ed educatori, giovani inseriti con progetti ed educatori professionali. Certo non un esercito né una task force capace di risolvere tensioni e problemi ben più grandi ed urgenti, ma sicuramente sperimentazioni da leggere con intelligenza, recuperando quel poco di entusiasmo che a volte sembra eroso dagli insuccessi e dai saldi negativi nella relazione con adolescenti e giovani. È ancora una volta il senso di comunità e la corresponsabilità educativa a presentarsi come la “chiave” di lettura di uno sforzo che nessuno – da solo – può sperare di condurre, nemmeno se ha dalla sua la forza e la lucidità dei migliori anni.

Resta poi aperto il capitolo più espressamente missionario, espressamente richiamato dal Vescovo: ormai è condivisa l’analisi secondo cui un annuncio del Vangelo più esplicito è urgente dinanzi a generazioni che – forse senza grandi colpe personali – si dimostra refrattaria all’esperienza della fede, spesso povera di codici spirituali. È vero che già l’attività ordinaria degli oratori si fa carico di questo “gap”, soffrendolo e assumendolo come quel campo in cui il Signore esce a seminare e invia i suoi operai: pensiamo alla fedeltà all’oratorio feriale, l’interazione che in diversi casi si fa proposta di accompagnamento nella maturazione degli affetti, nel discernimento e nella cura della spiritualità.

Accanto a questo immenso patrimonio, a volte non sufficientemente valorizzato e riconosciuto anche dai suoi stessi protagonisti come il terreno più fecondo e promettente, il Vescovo chiede di non lasciar cadere alcuni segni, espressione non di alcuni, ma di tutti. Cremona – come pure gli altri centri sparsi in diocesi – non conosce esperienze di campus universitario; la sua popolazione giovanile certo non cresce; gli spazi sono ridotti. Ciò non toglie che sia possibile generare momenti di proposta culturale, evangelizzante, di preghiera e di ascolto della Parola. Questo può valere per Cremona, come pure per altri centri, le cui comunità cristiane e oratori possano giocarsi in momenti specifici dell'anno.

Di qui il richiamo a esperienze di evangelizzazione che sappiano coinvolgere e muovere le forze più dinamiche della diocesi: impresa non facile, anche alla luce delle citate stanchezze e delle tante “cose da fare” che sembrano sempre più “nostre” e sempre più insormontabili. Una sfida anche alle diverse spiritualità e sensibilità, perché il senso diocesano dell’appartenenza alla Chiesa non resti un’idea da testo ecclesiologico. Qualche tentativo è già stato posto: si tratta ora di rileggerlo e costruire considerazioni e iniziative, senza correre il rischio di consumare in questo o in quello strumento quanto è più un metodo, innanzitutto di condivisione e di lavoro sinergico.

Base più specifica delle considerazioni annuali sulla Pastorale giovanile è il consueto messaggio agli Oratori che riprende il tema e lo declina su due fronti: la proposta fatta ai giovani sulla falsariga delle Beatitudini, quasi una Magna Charta del cristiano, una sfida e una vocazione alte; la sollecitazione indirizzata a sacerdoti, genitori ed educatori a essere i primi destinatari del Vangelo, amando la comunità in cui lavorano per il bene dei più giovani.

Il materiale su cui meditare e formarsi non manca: certo non rivoluzionario né straordinario, ma chiaro sulla necessità di costruire rimotivazioni e presenze adulte coraggiose. Ciò che forse chi sta “oltre il recinto” anche inconsapevolmente ricerca.

don Paolo Arienti
responsabile diocesano
Pastorale giovanile

In foto don Arienti e alcuni volontari FOCr nel tradizionale
pellegrinaggio diocesano degli adolescenti a Roma

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte