HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
CREMONA - 17 OTTOBRE

In Duomo veglia missionaria
con la testimonianza
di suor Amelia Biolchi
cui è stato consegnato
il Crocifisso per la missione

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

“Dalla parte dei poveri”. È questo il messaggio dell’89esima Giornata missionaria mondiale che a Cremona si è aperta con la veglia in Cattedrale di sabato 17 ottobre, presieduta dal vicario generale, mons. Mario Marchesi. L’appuntamento è stato alle 21, per pregare e riflettere sul tema dell’annuncio evangelico, con l’invito a rispecchiarsi negli ultimi, guardando il mondo dal loro punto di vista. Introducendo la celebrazione, don Maurizio Ghilardi, nuovo responsabile dell’Ufficio diocesano per la Pastorale missionaria, ha ricordato in particolare le popolazioni che vivono in situazioni di conflitto e i cristiani tormentati dalle persecuzioni. A caratterizzare la veglia anche la testimonianza di suor Amelia Biolchi, dell’Istituto Rifugio Cuor di Gesù, cui è stato consegnato il crocifisso in vista della sua nuova partenza per la missione.

Con la proclamazione del passo evangelico della parabola del Buon Samaritano, è stato da subito messo al centro della serata il tema della compassione e del servizio al prossimo. Il testo è stato letto anche in lingua inglese: alla veglia hanno partecipato, infatti, anche alcuni profughi nigeriani, ospiti della Casa dell’accoglienza, che da poco hanno intrapreso la scelta di partecipare alla vita comunitaria della Chiesa, impegnandosi in un cammino di preghiera e meditazione sul Vangelo.

 

«L’opzione preferenziale per i poveri – ha sottolineato mons. Marchesi, riprendendo le parole dell’enciclica Evangeli Gaudium di papa Francesco – deve tradursi principalmente in un’attenzione religiosa privilegiata». Il dono più grande che si possa fare a tutta l’umanità bisognosa – ha continuato –, è l’annuncio di un Dio che ama l’uomo e dev’essere proprio questo il messaggio del quale il missionario deve farsi carico.

Alcune letture sui temi scaturiti dal Vangelo hanno poi intessuto la riflessione, intervallate dalla musica dell’organo e dal canto guidato dal coro delle parrocchie di Scandolara Ravara, Motto Baluffi, Castelponzone e Solarolo Monasterolo.

Momento particolarmente significativo della serata è stata la testimonianza di suor Amelia Biolchi, dell’Istituto Rifugio Cuor di Gesù, alla quale mons. Marchesi ha consegnato il crocifisso, in vista della sua imminente partenza verso terre e popoli lontani.

 

La religiosa ha raccontato la sua lunga esperienza nella missione in Brasile di Aparecida de Goiania, iniziata nel gennaio del 1992 e terminata a marzo 2015. «Lì abbiamo iniziato con il dare una mano alle ragazze più povere, quelle di strada – ha raccontato suor Amelia – abbiamo messo in piedi dei piccoli laboratori che potessero dar loro una piccola formazione in grado di introdurle nel mondo del lavoro e ridar loro dignità e speranza».

Nel raccontare i progressi della missione – dall’istituzione di un Centro di valorizzazione dell’adolescente e della donna, alla scuola gratuita per i bambini delle ragazze accolte, al doposcuola allargato al resto del quartiere – suor Amelia si è soffermata, senza nascondere la sua commozione, sul ricordo più bello della missione, vissuto pochi giorni prima della partenza, quando l’hanno salutata alcuni ragazzi che avevano frequentato la sua scuola: essi, ormai cresciuti, hanno costruito per sé un futuro e maturato speranze per la loro vita.

«Non abbiate paura di guardare in faccia la povertà – ha concluso –, è da lì che si iniziano a comprendere le cose essenziali della vita, a togliere un po’ alla volta ciò che in realtà non serve alla vostra vita. Non abbiate paura di seminare del bene, perché quel bene nelle mani di Dio, nei tempi e nei modi che lui vorrà, germoglierà sempre».

L’assemblea è stata invitata a compiere il gesto concreto di portare all’altare un’offerta da donare ai più bisognosi. A tutti i partecipanti, alla fine della celebrazione, è stato distribuito il testo del salmo 145, preghiera di lode in cui è riecheggiato ancora una volta l’invito missionario di far conoscere a tutti gli uomini e ad ogni generazione le imprese e la gloria delle opere di Dio.

 
 
Contributi audio (mp3):

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte