HOME PAGE  |   AREA DOWNLOAD  |   CONTATTI



linee pastorali
IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
 
  PAPI
SOCIO DAL 1997

Intervista a mons. Lafranconi
su Banca Popolare Etica
che per il prossimo 30 ottobre
terrà l'assemblea annuale

Condividi su Facebook Condividi su Facebook

È fissata per venerdì 30 ottobre l'assemblea annuale dei soci della provincia di Cremona di Banca Etica. In questo contesto nei giorni scorsi il Coordinamento provinciale ha incontrato a Palazzo Vescovile mons. Dante Lafranconi, socio dal 1997, quando ancora esisteva la Cooperativa verso la Banca Popolare Etica. La consegna della convocazione è stata occasione per salutare e ringraziare un socio che ha creduto in questo progetto fin dal periodo del suo servizio nella diocesi di Savona. Proprio sulla sua esperienza con Banca Etica, sono state poste al Vescovo alcune domande.

 

Eccellenza, alla luce della “Evangeli gaudium” e della “Laudato sì’”, quali sono gli aspetti di maggior interesse per un credente, ravvisabili in un'esperienza come questa?

«L’aspetto di maggiore interesse lo trovo nel fatto che la finanza non può disconoscere il riferimento all’etica, come del resto è per ogni ambito e attività dell’uomo. È un pensiero, questo, che ritorna con frequenza – un vero e proprio ritornello – in tantissimi interventi di papa Francesco e ampiamente sia nella “Evangelii Gaudium” sia nella “Laudato si’”. Si tratta, del resto, di un insegnamento tradizionale nella Chiesa e più specificamente nel corpus della dottrina sociale. Come leggiamo nella “Laudato si’”: “Oggi, pensando al bene comune, abbiamo bisogno in modo ineludibile che la politica e l’economia, in dialogo, si pongano decisamente a servizio della vita, specialmente della vita umana” (n. 189). È in rapporto a questo obiettivo di servizio all’uomo che si qualifica l’uso etico della finanza».

Che cosa la convince soprattutto di questo progetto?

«Mi interessa in particolar modo il fatto che Banca Etica si ponga come un tentativo concreto, una strada percorribile, per reagire all'invadenza del potere dei soldi sulle nostre vite. I principi, come quello richiamato sopra dell’imprescindibile riferimento della finanza all’etica – che è sacrosanto anche se non da tutti riconosciuto –, devono trovare una traduzione concreta, una strada praticabile: Banca Etica è un tentativo in questo senso. Questa esperienza nel mondo finanziario potrebbe richiamare la figura di Davide che si scontra con Golia: può essere. Ma ciò le fa ancor più onore perché testimonia la supremazia della giustizia, della solidarietà, della corresponsabilità degli investimenti finanziari nei confronti di quella plutocrazia che san Paolo definisce senza esitazione “idolatria”, appunto perché divinizza la ricchezza».

Tra i temi su cui Banca etica solitamente mobilita energie, passioni, azioni, personalmente, cosa metterebbe al primo posto?

«Ho la percezione che si debba insistere molto nel far comprendere che le scelte economiche, la gestione dei capitali, dei risparmi, non sono senza conseguenze, anche gravi in certi casi, su persone e ambiente. Chi affida il proprio denaro alle banche normalmente mira ad averne l’interesse più alto. Non si preoccupa degli investimenti che se ne faranno: se promuovono la giustizia e l’equità tra i popoli del mondo, se rispettano l’ecologia umana e ambientale, ecc. Ma per una valutazione etica non si può prescindere anche dal tenere conto di queste ricadute consequenziali». 

È ipotizzabile una collaborazione tra diocesi e soci di Banca Etica? A quale livello Lei ritiene più costruttivo operare?

«Direi che convenga puntare sulle Zone Pastorali e su commissioni come quella per la pastorale sociale, senza dimenticare gli stessi consigli degli affari economici. Bisogna puntare a rafforzare consapevolezza e responsabilità anzitutto in coloro che sono operatori di pastorale. Poi le buone idee circolano».

 

 

convegno firenze


Liturgia


In Evidenza

TUTTI A TAVOLA
Speciale dedicato
al Grest 2015
QUARESIMA
E PASQUA 2015
Eventi e liturgie
ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
Zona1
AC
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte